Case in paglia, case per il futuro?

By Febbraio 10, 2016 5325 No comment
|| || ||

Il resoconto della visita ad alcune storiche e significative case in paglia in Alto Adige, in occasione della Fiera Casaclima di Bolzano, tenutasi a fine gennaio scorso. Una pratica costruttiva in crescita che va nella direzione della bioedilizia ecocompatibile.

di Linda Comerlati e Nicola Preti, architetti di Case da Coltivare 

 

Le costruzioni in paglia sono una tecnica costruttiva affermata, che in Italia ha avuto importanti sperimentazioni in varie regioni, fra cui, già da circa 15 anni, in Alto Adige. È quanto abbiamo avuto modo di vedere durante una visita tecnica organizzata in occasione della Fiera Casaclima di Bolzano, tenutasi a fine gennaio scorso.

 

La paglia è un materiale che può essere utilizzato sia come isolamento termico "a cappotto" sia per realizzare interamente murature e tetti, e si presta quindi sia per interventi di restauro che di nuova costruzione. La visita comprendeva tre edifici in provincia di Bolzano: due abitazioni e un maso di montagna.

 

Ampliamento e risanamento energetico con paglia locale
di un edificio a San Lorenzo di Sebato (BZ)

2016-01-30 12.43.07Si tratta della ristrutturazione e ampliamento di una casa esistente in pietra e mattoni con quattro alloggi, a cura dell'architetto Margareta Schwarz.


La casa si trova in una zona a tutela paesaggistica, per questo l'idea di progetto era di ristrutturare energeticamente con materiali naturali e regionali (paglia e legno), senza aggiungere impianti tecnici e sfruttando quelli esistenti.


È la prima casa realizzata all'interno dell'iniziativa "Regiograno", per lo sviluppo dell'agricoltura di grano locale (vedi link).


Le balle di paglia pressate sono utilizzate come cappotto isolante esterno e provengono dal paese vicino, il legno per le strutture di contenimento della paglia arriva dalla vicina valle Sarentina. La paglia è rivestita con un intonaco di calce all'esterno e di argilla all'interno.


L'intervento è stato terminato nel 2013 ed è classificato CasaClima A+. Il risultato: una casa calda e asciutta, tanto che l'anziana proprietaria, abituata da una vita a una casa poco confortevole, si lamenta a gennaio per il troppo caldo!

 

Ristrutturazione dell'agriturismo Stanglerhof a Fiè allo Sciliar (BZ)2016-01-30 17.25.13
La paglia in balle può essere utilizzata anche come controparete isolante interna su strutture esistenti. E' il caso di un vecchio maso, lo Stangler, che dopo un periodo di inattività di qualche decennio, ha ripreso la sua funzione di luogo di ristoro.


L'antico fienile è stato ristrutturato utilizzando paglia, legno, argilla, per creare un agriturismo alternativo, dove attualmente si coltivano piccoli frutti e si producono sciroppi.


L'architetto Michael Fuerst ha scelto di costruire un cappotto interno in balle di paglia fissato alle pareti di legno esistenti, e un solaio interpiano in travi di legno tamponate con balle di paglia pressate. È molto importante che le balle siano pressate all'interno della struttura di legno per aumentare la portata strutturale e la capacità isolante. Inoltre l'intonacatura in calce o argilla, cioè con materiali che fanno traspirare l'umidità, è fondamentale per evitare che si formino muffe o altri danni all'interno della paglia.

 

Nuova costruzione di abitazione unifamiliare a tre piani
con murature e tetto in paglia, a Dalsant a Cortaccia (BZ)

2016-01-30 18.29.30Risale al 2003 la costruzione di questa bellissima casa interamente costruita con la paglia, uno dei primi edifici realizzato in Italia con questa tecnologia dall'architetto pioniere Werner Schmidt con la collaborazione di Margareta Schwarz.

 

L'abitazione sembra appena costruita: i muri esterni rivestiti di intonaco di calce sono perfetti e senza crepe, le pareti interne in argilla sono di un bianco naturale e luminoso. Il proprietario, occupato nell'ambito dell'agricoltura biologica, era interessato ad abitare in una casa sana e costruita con materiali naturali. La scelta di utilizzare le balle di paglia fu al tempo una scommessa, diventata poi una scelta di successo. La costruzione fu realizzata direttamente dal proprietario, con l'aiuto tecnico dell'impresa edile per le lavorazioni più difficili. L'autocostruzione delle case in paglia è infatti una opportunità realizzabile, vista la semplicità dei materiali utilizzati: travi di legno, ferramenta e balle di paglia.


Per quanto riguarda il funzionamento, tutta l'abitazione è riscaldata da una stufa Stube al piano terra che viene caricata con uno o due pieni di legna al giorno. Per il periodo estivo non sono presenti condizionatori, ma va ricordato che la paglia ha poca massa, capace di ritardare l'entrare l'entrata del calore, e quindi è stato importante realizzare un intonaco di calce esterno di uno spessore consistente.

 

L'esperienza sulle costruzioni in paglia è una tendenza che va nella direzione dell'edilizia compatibile con i meccanismi di funzionamento naturali. Unica nota stonata a Bolzano, la quasi totale assenza della paglia alla fiera Casaclima, in mezzo a molti espositori che persistono nella promozione di materiali plastici, cementizi, sintetici.


Il nostro consiglio è di toccare con mano le case in paglia, intervistare chi le abita, chi le progetta, troverete sempre qualcosa da imparare dalla loro semplicità. 

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 10 Febbraio 2016 19:59

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.