Norma ad hoc per il Parco della Lessinia, con i proprietari terrieri membri del consiglio direttivo. La denuncia di Italia Nostra, Legambiente Verona, Wwf veronese e Lipu.

Giorgio Massignan, presidente della sezione di Verona di Italia Nostra, si è dimesso. Lo ha annunciato lui stesso alla stampa, "con amarezza e delusione, dopo oltre trent'anni di militanza attiva", in un comunicato inviato oggi pomeriggio. Ecco cosa è successo all'interno dell'associazione ambientalista per portarlo a questa decisione.

Diminuire il traffico in viale Colonnello Galliano creando una nuova corsia di scorrimento per permettere la svolta verso Porta San Zeno a chi proviene da Porta Palio. È con questo intento che l'assessore alla Mobilità di Verona Enrico Corsi vuole abbattere quindici platani quasi centenari. Ma il presidente di Italia Nostra Giorgio Massignan non ci sta, e attacca la Giunta.

Il progetto da oltre 50 milioni di euro per la realizzazione di una funivia tra Castelletto e Prada e di un porto turistico ad Acquafresca, nel comune di Brenzone sul Garda, è tornato protagonista martedì sera durante un'affollata assemblea pubblica organizzata da Oscar Simonetti, agricoltore di Campo, con la partecipazione dei circoli locali di Legambiente Verona e Italia Nostra (in rappresentanza anche del Wwf Veneto).

Le tre principali associazioni ambientaliste veronesi sono unite contro il nuovo progetto che prevede la realizzazione di un impianto di risalita Castelletto-Prada, con relativi parcheggi e nuovi snodi e intersezioni con la SR gardesana, oltre ad un nuovo porto a Brenzone per 200 imbarcazioni.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.