Allertato dai Vigili del Fuoco, il Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona è intervenuto questa mattina 7 gennaio per la presenza di sostanze oleose nel canale Giuliari, in zona Borgo Roma.

Gli ultimi dati rilevati dalla centralina dell'Arpav di via Togliatti a Legnago segnalano un miglioramento della qualità dell'aria rispetto al 2015, "annus horribilis" per l'inquinamento atmosferico. Ma i livelli di Pm10 nell'aria però restano ancora i più alti della provincia.

È Legnago il comune veronese che lo scorso anno ha registrato la peggiore qualità dell'aria, superando per ben 48 giornate il limite di 50 microgrammi di Pm10 per metro cubo d'aria. Seguono Verona-C.so Milano e Verona-loc. Cason mentre San Bonifacio, al quarto posto dei sei monitorati attraverso le centraline Arpav, recupera rispetto al 2013.

La qualità dell'aria a portata di smartphone. Grazie alla nuova applicazione di Arpav (l'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto) che permette di visualizzare le informazioni sui principali inquinanti rilevati dalla centralina della rete più vicina all'utente.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.