Ecosistema urbano 2015, Verona migliora ma senza sostanza

By Ottobre 28, 2015 1149 No comment
|| || ||

Sale di qualche posizione, passando dall'ultimo al terzo posto tra le città del Veneto, Verona nel rapporto 2015 di Legambiente "Ecosistema Urbano". A livello nazionale si piazza 32esima, salendo dal 55° posto dello scorso anno. Ma è solo casualità, gli aspetti importanti della vivibilità ambientale cittadina continuano a essere trascurati.

Cresce infatti di solo 7 punti percentuali la funzionalità generale del sistema urbano nella 22a edizione del monitoraggio effettuato in tutta Italia da Legambiente.


Non c'è da lamentarsi rispetto alla disfatta del rapporto 2014 (vedi articolo correlato), ma quello che emerge quest'anno è una sostanziale staticità della sensibilità ambientale urbana.


Il complessivo miglioramento della posizione di Verona pare dovuto infatti soprattutto al lieve calo degli sforamenti nelle concentrazioni di NO2, di PM10 e di ozono. Ma si tratta di un fattore che è stato favorito soprattutto da condizioni metereologiche favorevoli alla dispersione degli inquinanti (vedi rapporto Mal'Aria Veneto 2015).


"Manca il coraggio e la voglia di puntare sulla mobilità nuova per uscire dalla morsa di traffico e smog e sugli eco-quartieri per rigenerare le periferie e rilanciare il patrimonio edilizio - commenta Legambiente Veneto in un comunicato – Le città venete appaiono ingessate, statiche e pigre, aree urbane che arrancano e faticano a rinnovarsi in chiave sostenibile ed essere culle di una rigenerazione urbana capace di migliorare la qualità dei singoli e della comunità".

 

Sotto accusa anche la percentuale di raccolta differenziata in città, che resta ferma al 49,5 per cento.


Negli ultimi dieci anni, inoltre, poco è successo: il tasso di motorizzazione è rimasto preoccupante e pressochè invariato dal 2003, con 60 auto circolanti ogni 100 abitanti del 2003. Nessun miglioramento anche negli ultimi tre anni nei chilometri di piste ciclabili e percorsi promiscui, con indice di ciclabilità molto basso.


A livello regionale il miglior comune è risultato Belluno, al terzo posto, seguita da Venezia. Padova, Treviso e Vicenza invece occupano le ultime posizioni.


"Ancora molti sono i miglioramenti che si possono raggiungere cercando di gestire al meglio i centri urbani, rivalutando e rinnovando i quartieri degradati fermando il consumo di suolo ed implementando qualità e servizi della mobilità urbana", è il commento conclusivo di Legambiente Veneto.


Scarica il rapporto completo Ecosistema Urbano 2015 di Legambiente al seguente link: http://www.legambiente.it/contenuti/dossier/ecosistema-urbano-XXII-edizione

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 28 Ottobre 2015 17:09

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.