Autocisterna ribaltata, paura a Oppeano per rischio inquinamento

By Maggio 26, 2015 1405 No comment
|| || ||

Circa 12mila litri di gasolio si sono riversati ieri, lunedì 25 maggio, sulla strada provinciale che collega Bovolone a Oppeano, in prossimità di via Villafontana, per il ribaltamento di un'autocisterna articolata: il rischio di inquinamento sembra essere stato arginato, ma resta il pericolo costante che questo tipo di materiale rappresenta per l'ambiente.

Non si conoscono ancora le cause dell'incidente, che è avvenuto verso le 12 ed ha comportato la chiusura della strada per tutto il giorno: il camion infatti è stato rimesso in piedi solo verso le 16. Pare che l'auto-articolato avesse appena lasciato la sede della Sprea Depositi, azienda che commercializza carburanti e prodotti per l'agricoltura: probabilmente facendo manovra la parte posteriore del veicolo è finita fuori strada facendo fuoriuscire, sull'asfalto ed anche nel vicino fossato, tutto il carico di carburante appena rifornito.


Gli interventi sono stati tempestivi, dapprima da parte dei Vigili del Fuoco di Verona, che hanno effettuato i primi interventi di arginamento dell'area contaminata. Sono poi intervenuti dei tecnici ARPAV per una migliore valutazione della situazione e per seguire da vicino le operazione di messa in sicurezza in atto.


È stata chiamata a intervenire la ditta specializzata i Sicurezza e ambiente, che ha provveduto alla "verifica e pulizia delle vie preferenziali di migrazione (caditoie, condotte fognarie ecc.) – riferisce ARPAV – La ditta si è poi occupata dei primi interventi di pulizia delle scoline stradali laterali con l'asportazione del terreno contaminato e dei condotti fognari coinvolti, oltre alla messa in sicurezza della cisterna incidentata con l'aspirazione del liquido rimanente e allo spargimento di materiale assorbente nella sede stradale interessata dalla presenza di gasolio".


Era presente anche del personale di Acque Veronesi per la gestione delle problematiche legate alla rete fognaria. Viste le previsioni di pioggia, sono stati anche stesi dei teli in materiale plastico impermeabile su tutta l'area interessata dal fenomeno d'inquinamento con creazione di pozzetti di raccolta e l'istallazione di pompe a galleggiante per il convogliamento delle acque meteoriche raccolte.


Le operazioni di ripristino ambientale sono proseguite nella giornata di oggi, con l'obiettivo di eliminare ogni deposito di materiale inquinante nell'ambiente.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 26 Maggio 2015 18:02

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.