Preoccupa una nuova area commerciale in Fiera

|| || ||

Il progetto di un nuovo centro commerciale di 8500 mq di fronte alla Fiera di Verona è per il momento fermo. La delibera è stata presentata al Consiglio Comunale di giovedì scorso, 24 ottobre, ma al momento del voto è mancato il numero legale per far passare la proposta.

"8500 mq di grande distribuzione davanti alla fiera in un territorio già colpito nei decenni da una selvaggia cementificazione sono inaccettabili – ha dichiarato in una nota Daniele Polato, nel direttivo dell'associazione Gente e Territori e capogruppo Pdl in Consiglio comunale -. Nonostante la crisi economica, nonostante tutti si manifestino difensori del verde, del vivere in un ambiente più sano, un altro provvedimento dannoso per Borgo Roma e Verona Sud".


Tutta l'opposizione del Consiglio Comunale di Verona si manifesta contraria al provvedimento di cambio di destinazione per quest'area, che è temporaneamente occupata dal parcheggio da duemila posti auto realizzato pochi anni fa di fronte alla Fiera.
Giovedì scorso infatti, al momento della votazione, i consiglieri contrari sono usciti dall'aula, facendo venire meno – con soli 16 consiglieri presenti in aula - il numero minimo necessario per far passare la delibera (18 più uno).


Tuttavia il provvedimento verrà sicuramente riproposto ai prossimi consigli comunali, a partire da questo giovedì 31 ottobre, fino ad ottenere la maggioranza necessaria.


Un progetto poco lungimirante, secondo molti consiglieri, che porterà solo ulteriore traffico e cemento in un'area già tempestata di aree commerciali. Mentre i cittadini chiedono interventi di riqualificazione, più servizi soprattutto di mobilità intelligente e una programmazione a lungo termine che non abbia il solo obiettivo di portare soldi alle casse del Comune.


Secondo il vicesindaco con delega all'Urbanistica Vito Giacino, promotore del progetto per cui è prevista comunque la valutazione di impatto ambientale e di impatto viabilistico, questa area commerciale renderà infatti almeno 20 milioni di euro. "Si tratta di un'operazione indispensabile per lo sviluppo fieristico e la realizzazione del piano parcheggi della fiera di Verona – ha dichiarato Giacino - progetti che le sole risorse statali non possono più garantire".

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 29 Ottobre 2013 13:41

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.