Sviluppo condiviso per la ciclopista Valpolicella-Valpantena

|| || ||

Più di 100 persone, rappresentanti dei comuni coinvolti, di aziende agricole e associazioni, hanno partecipato all'incontro di progettazione partecipata organizzato dalla Regione Veneto venerdì 20 febbraio per sviluppare insieme idee e opportunità intorno ad un'importante ciclopista nell'ambito del bando europeo Rurbance (Rural Urban Governance).

Il progetto della ciclopista Rurbance, che dovrebbe collegare la Valpolicella alla Valpantena partendo da Negrar attraverso Verona e Grezzana fino a Roverè (vedi articolo correlato), si delinea infatti come un'opportunità per sostenere l'economia locale nell'ambito del nuovo Programma di Sviluppo Rurale in partenza nei prossimi mesi, valorizzando le Valli Veronesi attraverso lo sviluppo del cicloturismo e di un turismo rurale rispettoso della natura e alla scoperta delle nostre bellezze paesaggistiche.

 

Rurbance-Grezzana2Ospiti nella sede dei Frantoi Redoro a Grezzana durante questo primo e alquanto innovativo incontro di planning condiviso, la Sezione Agroambiente del gruppo di lavoro regionale di Rurbance, al quale la Regione ha aderito, ha inizialmente ripresentato il progetto, evidenziando nel dettaglio le possibilità per il territorio in diversi ambiti – dall'agricoltura sociale all'agroalimentare al turismo rurale – ed i fondi a disposizione in caso di approvazione del bando.

 

Dopo la presentazione iniziale, i partecipanti si sono divisi in quattro gruppi di lavoro – uno per ogni comune: Grezzana, Negrar, Roverè Veronese e Verona – dove hanno potuto condividere per iscritto, secondo il metodo del "Planning for Real", idee e proposte da sviluppare sul territorio avendo di fronte il fotopiano del percorso della ciclopista.

 

Rurbance-Grezzana3Rurbance-Grezzana4

 

L'obiettivo dell'iniziativa della Regione è quello di dare una risposta alle reali esigenze del territorio, costituendo una rete di aziende ed associazioni, supportate dai Comuni, che possano così accedere ai fondi per sostenere interventi legati all'ospitalità, al territorio e alle attività in generale.


Vista l'ampia partecipazione si può dire che la risposta all'invito per condividere lo sviluppo del progetto sia stata positiva. Erano presenti anche sindaci e tecnici dei comuni coinvolti, che hanno partecipato ai tavoli di lavoro: per Verona il consigliere delegato allo sviluppo delle piste ciclabili Ansel Davoli.


Sono in programma altri due incontri, il 31 marzo a Negrar e il 10 aprile a Quinto, nel comune di Verona, per condividere con la stessa formula nuovi suggerimenti e raccogliere le adesioni da parte delle aziende agricole e delle associazioni interessate a partecipare.


Per maggiori informazioni è disponibile la pagina Facebook Progetto Rurbance.

CONTATTI: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Tel. 041 279 2072.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 25 Febbraio 2015 19:53

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.