Giarol Grande, il comitato in Comune: promesso il bando

By Febbraio 23, 2016 1633 No comment
|| || ||

Un incontro in Comune venerdì scorso, con l'assessore all'Ambiente Enrico Toffali, ha permesso di parlare della situazione del Parco Adige Sud e del fondo Giarol Grande. Ciò che preoccupa il Comitato è l'attuale assenza di un presidio, ora che la Cooperativa 8 marzo ha terminato il mandato per la gestione della fattoria didattica.

Secondo il Comitato, è necessario indire nel più breve tempo possibile un bando per assegnare nuovamente il fondo e nel frattempo prevedere un presidio temporaneo che eviti atti di vandalismo e incuria generalizzata.


Le anticipazioni sul nuovo bando già ci sono. Gli uffici ambiente e patrimonio hanno lavorato alla definizione di due bandi distinti: uno riguardante i terreni agricoli e l'altro la fattoria didattica con edifici, orto e frutteto annesso. Ma la giunta ha deciso di procedere con un unico bando incaricando l'assessorato al patrimonio alla stesura.


Il Comune prevede di valorizzare l'investimento fatto nel precedente bando (circa 800 mila euro per il restauro degli edifici) attraverso la forma contrattuale dell'affitto agricolo. Questo contratto, secondo le dichiarazioni dell'Assessore, dovrà contenere anche una serie di prescrizioni a cui l'assegnatario del fondo dovrà sottostare, come la cura dei sentieri, la fruibilità pubblico-ricreativa, la coltivazione biologica secondo il sistema dei campi chiusi. Per ciò che riguarda la fattoria invece saranno valutati i progetti che prevedono la creazione di un punto accoglienza visitatori, spaccio prodotti agricoli, presenza di animali da cortile , orto, frutteto, attività ambientali, informative e didattiche.


Cifre certe che il Comune potrebbe chiedere per l'affitto non ce ne sono. Si è valutato che i campi potrebbero fruttare 16.000 euro annui. Il Comitato ha proposto che i ricavi dell'affitto possano ritornare ad essere utilizzati nel fondo per finanziare gli interventi ambientali più complessi come ad esempio la pulizia del bosco piantumato.


Gli attivisti volontari hanno voluto evidenziare anche due punti fondamentali: la fruibilità del luogo da parte dei cittadini e la tutela ambientale. Più il luogo è vissuto, frequentato e utilizzato dai cittadini, più è sicuro. Oggi molte persone che frequentano il Giarol Grande segnalano i problemi attraverso i social network a cui il Comitato cerca di rispondere, intervenendo e dandone comunicazione alle autorità.


Anche le iniziative di pulizia hanno avuto il loro effetto: i cittadini di San Michele oggi scendono più volentieri dal sentiero della fonte delle Monache, che prima era impraticabile per la sporcizia e la vegetazione fuori controllo. Molte persone che aderiscono alle iniziative si fanno promotori di piccoli interventi, come raccogliere qualche cartaccia lasciata in giro o segnalare le auto che impropriamente entrano nel fondo. L'associazione si occupa inoltre di organizzare periodiche pulizie o sistemazione di sentieri.


Ogni progetto agricolo e sociale che andrà ad insediarsi nei prossimi anni nel Fondo dovrà integrare e favorire la presenza dei cittadini attivi e offrire loro servizi, iniziative e attività – sottolinea con fermezza il presidente del Comitato Vittorio Tonolli.


"L'Assessore ha promesso di risentirci per valutare insieme la stesura preliminare del bando e per verificare se tutti gli aspetti evidenziati sono presenti, realizzabili e verificabili. Poi toccherà alle Associazioni e imprese del territorio armarsi di competenze e strategie per concorrere all'assegnazione del fondo con un progetto sociale e imprenditoriale sostenibile".


"Continueremo in questo periodo di transizione – conclude il presidente del Comitato - a tenere aggiornati i cittadini, a stimolare il Comune per arrivare alla definizione del bando, e se qualcuno ce lo chiederà collaboreremo a presidiare la Fattoria Didattica per evitare eventuali atti vandalici e abusi".

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 13 Febbraio 2017 18:43

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.