E anche Pescantina è pronta per la raccolta rifiuti elettronica

|| || ||

Sarà il primo comune gestito dal Consorzio di bacino Verona due del Quadrilatero ad avviare la raccolta puntuale dei rifiuti. Dal 1° agosto il secco, la plastica e lattine dovranno essere conferiti solo con i sacchetti forniti dal Comune, dotati di microchip.

La raccolta puntuale è l'evoluzione della raccolta porta a porta, la scelta migliore da parte delle amministrazioni comunali per ridurre ulteriormente la produzione dei rifiuti, in particolare del secco indifferenziato destinato alla discarica, quindi particolarmente inquinante, ed anche con un alto costo di smaltimento.

 

Termina stasera il ciclo di serate di presentazione che l'amministrazione comunale ha svolto per tutto il mese di giugno per spiegare ai cittadini quali saranno i cambiamenti previsti. Già dal 1° luglio infatti cambierà il calendario del porta a porta: sono state create due nuove aree di raccolta (per un totale di quattro) e, variazione più importante, il secco potrà essere conferito ogni 15 giorni (anziché una volta a settimana). Anche plastica e lattine verranno raccolte solo due volte al mese, tranne che in questo periodo estivo in cui si manterrà il conferimento settimanale.


L'obiettivo della raccolta puntuale è infatti la riduzione dei rifiuti prodotti da parte dei singoli cittadini che, incentivati anche dalla motivazione economica, possono essere così maggiormente responsabilizzati sulle proprie abitudini. Il microchip presente in ogni sacchetto serve proprio a identificare ogni utenza e registrare la quantità di rifiuti conferiti. In un secondo momento, i cittadini più "virtuosi" potranno anche beneficiare di una tariffa adeguata, perché determinata dagli effettivi rifiuti prodotti.


La raccolta puntuale rappresenta anche uno strumento per migliorare la qualità della raccolta differenziata, evitando gli errori di conferimento che spesso si verificano soprattutto per secco e plastica/lattine e permettendo un miglior riciclo dei materiali.


L'ulteriore buona notizia è che non ci saranno costi aggiuntivi per i cittadini. Si avvia così la piccola rivoluzione che il sindaco di Pescantina, Luigi Cadura, aveva anticipato a fine novembre, auspicando di intraprendere la direzione verso Rifiuti Zero.


Vedi articolo correlato: "Rifiuti Zero, Pescantina ambisce a diventare Comune Virtuoso"



Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 30 Giugno 2015 20:23

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.