San Bonifacio, buoni spesa in cambio di rifiuti

|| || ||

Inserisci lattine, bottigliette in plastica e piccoli flaconi di detersivo e ricevi in cambio degli ecopunti spendibili negli esercizi commerciali convenzionati. Così l'innovativo riciclatore incentivante può contribuire a ridurre l'abbandono di rifiuti. San Bonifacio è il primo Comune del Nordest d'Italia ad installarlo.

La macchina si trova nel parcheggio Palù, vicino alla "Casetta dell'acqua", ed è stato voluto dall'amministrazione comunale. "L'idea é nata insieme all'assessore al bilancio Simona de Luca – ci ha spiegato l'assessore all'Ecologia di San Bonifacio Marta Temellin -. Cercavamo un modo per diminuire l'abbandono di rifiuti e portare a una maggiore pulizia del paese".


Al dispositivo automatico si è arrivati dopo diversi tentativi, prima alcuni progetti sul riciclo e il riutilizzo dei rifiuti nelle scuole primarie e secondarie, poi l'iniziativa "Adotta un'aiuola", per avere la collaborazione di tutti i cittadini puntando "sul senso di appartenenza al paese, perché se una cosa la senti tua, ne hai maggiore cura", sottolinea l'assessore.


"Ma il problema pulizia e rifiuti continuava a sussistere – continua la Temellin – Successivamente quindi, da febbraio, abbiamo fatto partire il porta-a-porta del vetro, così da togliere le campane di raccolta, luogo prediletto da chi abbandona i rifiuti: finalmente qualche risultato è arrivato".

Con il riciclatore automatico l'obiettivo è dare un incentivo in più spingendo sulla motivazione economica, per far sì che i cittadini contribuiscano ad eliminare i rifiuti abbandonati. "In questo modo – evidenzia l'assessore - chi trova delle bottigliette di plastica o delle lattine abbandonate in un parco o lungo una via magari è più invogliato a raccoglierle, portandole poi - quando ne ha almeno dieci - all'eco-compattatore per ricevere in cambio degli ecopunti.


Ecopunto-riciclatore-San BonifacioIl funzionamento della macchinetta - che può ricevere solo i materiali citati, senza limite di quantità - è molto semplice: inserendo un minimo di 10 pezzi, si ottiene automaticamente un "ecopunto", cioè un buono sconto spendibile negli esercizi commerciali convenzionati (vedi allegato). Ogni ecopunto vale 20 centesimi nei bar, 1 euro nei negozi. Il display sul compattatore aiuta a verificare il numero di prodotti inseriti. Alla fine del conferimento, dopo aver premuto il tasto, viene erogato lo scontrino da presentare ai commercianti. Gli ecopunti sono cumulabili, ma con i limiti specificati all'ingresso di ciascun esercizio.


Prima di schiacciare le bottiglie è importante togliere i tappi e ad inserirli nell'apposito contenitore: il ricavato della loro vendita infatti sarà utilizzato per realizzare altre iniziative e per acquistare materiale didattico per le scuole e per la biblioteca; ogni anno il Comune darà conto dell'entità e della destinazione della somma.


L'avvio dell'iniziativa è stato sicuramente positivo: "Circa 15 commercianti hanno aderito immediatamente – commenta con soddisfazione l'assessore, facendo notare di essere il primo comune del Nordest ad aver acquistato il compattatore -. "Ce l'ha comunicato la ditta Eurven che ce l'ha fornito, sottolineando che siamo uno dei pochi comuni in Italia ad averlo installato: più spesso infatti viene richiesto dai supermercati non da enti pubblici". L'acquisto é stato possibile anche grazie alla collaborazione di Sit, l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti nel nostro Comune. Visto il successo dell'iniziativa, la stessa Sit sta pensando di proporre l'acquisto ad altre amministrazioni.

 

"Sono stata già contattata dai Comuni vicini incuriositi – conferma l'assessore - chiedendo se anche i residenti di altri comuni potevano usufruire della'iniziativa, cosa certamente possibile". Un'iniziativa incentivante quindi anche per contribuire a diffondere un corretto smaltimento dei rifiuti in tutta la provincia di Verona.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 23 Dicembre 2015 12:06

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.