Raccolta puntuale, anche San Giovanni si prepara al microchip

|| || ||

Il Consiglio comunale di San Giovanni Lupatoto ha approvato il progetto di introduzione graduale della tariffazione puntuale per la raccolta rifiuti nel territorio lupatotino, presentato a fine dicembre dalla società incaricata del servizio Sgl Multiservizi. Crescono quindi anche nella nostra provincia i casi che dimostrano che una gestione virtuosa è possibile, anche se l'avvio del servizio richiederà ancora del tempo.

L'iniziativa di introdurre la raccolta con microchip, che permette di conteggiare con precisione quanti rifiuti vengono conferiti da ciascun'utenza ed applicare la tassa di conseguenza, è partita dallo stesso sindaco Federico Vantini, che ha incaricato la Sgl Multiservizi, ora partecipata al 100 per cento dal Comune, di studiare questa possibilità e proporre un progetto di avvio.


"Abbiamo prima di tutto visitato i comuni italiani all'avanguardia nell'applicazione di questo tipo di gestione, Capannori in Toscana e Ponte nelle Alpi in provincia di Belluno (vedi articolo correlato) – ci ha raccontato l'Ing.Gianni Moratello, amministratore unico di SGL Multiservizi -. Poi abbiamo allargato lo studio a due centri di dimensioni più ampie e molto vicini a noi: il bacino di Treviso, da molti anni esempio virtuoso nella gestione dei rifiuti, e Trento, che ha da poco introdotto questa tariffazione dimostrando come sia possibile applicarla anche nei capoluoghi più popolosi. Abbiamo così potuto studiare la soluzione migliore per introdurre anche a San Giovanni questo tipo di tariffazione".


rifiuti-bidone-microchipL'avvio del nuovo tipo di raccolta richiederà ancora alcuni mesi: non è ancora stato finalizzato infatti l'accordo con il partner che permetterà di finanziare la fornitura dei nuovi bidoni con microchip, di cui ogni utenza dovrà essere fornita.

Per favorirne l'introduzione graduale intanto il territorio comunale è già stato suddiviso in tre zone, ciascuna con il suo calendario di raccolta specifico: l'area del capoluogo, quella di Raldon e la zona industriale.

 

"Entro la fine di quest'anno contiamo di aver completato la consegna dei nuovi bidoncini e avviato il periodo di test in almeno una delle tre zone – spiega l'Ing. Moratello –. Il 2016 sarà ancora un anno di transizione per la nuova raccolta, che dovrà essere accompagnata da una significativa campagna informativa per i cittadini, ma con il 2017 ci auguriamo di essere entrati a regime".


Un cambiamento che richiederà del tempo quindi ma i cui vantaggi per la gestione del territorio e per la comunità sono garantiti: "I casi già avviati nel nostro paese dimostrano come questo tipo di raccolta permetta non solo di ridurre la frazione di rifiuto secco prodotto dalla popolazione, aumentando il livello di differenziata (che a San Giovanni si attesta oggi intorno al 76 per cento): il risultato più significativo è che l'intera produzione di rifiuti urbani domestici è destinata a ridursi, perché tendono a migliorare le abitudini di acquisto e la sensibilità dei cittadini".


Meno rifiuti per un ambiente più sano quindi con la tariffa puntuale. E qualche vantaggio anche per il portafoglio, dato che si pagherà in base all'effettiva quantità di materiali conferiti. "Non bisogna pensare però che la tassa sui rifiuti posso dimezzarsi – chiarisce l'Ing. Moratello – il servizio di raccolta ha comunque dei costi e meno rifiuti significa meno entrate per le casse comunali". Quel che è certo è che la raccolta puntuale rappresenta il futuro della gestione rifiuti, garantendone l'ottimizzazione verso un'economia circolare che permetta il recupero e il riutilizzo di quanti più materiali possibili (vedi articolo correlato).

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 29 Gennaio 2015 14:17

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.