Federalberghi, Lago di Garda verso la tariffa puntuale

|| || ||

Gli alberghi del Lago di Garda sperimenteranno durante la prossima stagione estiva un nuovo metodo di raccolta dei rifiuti basato sulla tariffa puntuale e l'applicazione di microchip di identificazione su bidoni e sacchetti destinati al conferimento.

È di questi giorni infatti l'accordo tra Federalberghi Garda Veneto e il Consorzio di Bacino Verona 2 al fine di ridurre al massimo l'impatto ambientale generato dalle strutture ricettive in una zona ad alto interesse turistico e paesaggistico qual è il Lago di Garda.

 

L'obiettivo, nel breve periodo, è ottenere una riduzione del rifiuto secco non riciclabile e allo stesso tempo, nel medio-lungo periodo, raggiungere una diminuzione della tassa sui rifiuti per la categoria degli albergatori. "Federalberghi Garda Veneto da tempo cerca di sensibilizzare i propri associati alla salvaguardia dell'ambiente - ha dichiarato il Presidente di Federalberghi Garda Veneto Corrado Bertoncelli - attraverso un comportamento che favorisca il buon mantenimento del territorio a vantaggio degli abitanti e dei turisti. Quest'ultimi infatti sono sempre più attenti a privilegiare destinazioni che siano anche eco-sostenibili. In questo progetto abbiamo trovato pieno appoggio da parte del Consorzio di Bacino Verona 2".

 

A destra Luigi Mauro Visconti a sinistra Corrado Bertoncelli"Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto il Presidente del Consorzio di Bacino Verona 2, Luigi Mauro Visconti - perché la prospettiva di una tariffa puntuale è un importante passo verso un incremento della raccolta differenziata. È molto importante poter partire da un vasto settore come quello delle strutture ricettive per poi prevedere una estensione anche alle famiglie".

 

"L'accordo è stato possibile - ha proseguito il Presidente di Federalberghi - grazie anche alla sensibilità dimostrata dalla gran parte delle strutture alberghiere associate a Federalberghi che, durante la stagione estiva 2013, si sono volontariamente sottoposte ad una verifica di stima della quantità e qualità dei rifiuti prodotti e hanno collaborato nel contempo alla differenziazione e quindi al riciclo di grandi quantità di rifiuti che fino ad allora non venivano riutilizzati. Ora è necessario che questo progetto venga condiviso e recepito anche dalle amministrazioni comunali."

 

Il servizio dovrebbe essere attivato già dalla prossima stagione turistica e perché questo avvenga sarà necessario che gli albergatori interessati si coordino con le singole Associazioni Albergatori entro e non oltre la prima settimana di marzo. In via sperimentale e su base volontaria, le aziende alberghiere del gruppo Federalberghi saranno dotate di bidoni o sacchetti con un microchip identificativo, fornito dal Consorzio di Bacino Verona 2 del Quadrilatero, in grado di marcare l'appartenenza del rifiuto prodotto. Inizialmente la raccolta così organizzata riguarderà il rifiuto secco, con la prospettiva di estenderla anche alle altre tipologie di rifiuti.

 

Il fatto di pagare in base all'effettiva produzione dei rifiuti e non ai metri quadrati di superficie è un sistema più efficiente ed equo, aderente al giusto principio di "chi inquina paga" sancito da normative europee e nazionali. L'ultima legge di stabilità lo prevede ma l'attuazione di tale principio è ancora lasciata alla libera scelta delle amministrazioni comunali.

 

"Il modello al quale ci si è ispirati – ha concluso il Presidente di Federalberghi Garda - è proprio quello della natura che si vuole difendere, dove nulla si spreca perché le risorse disponibili sono usate al meglio e tutto viene riutilizzato, trovando una sua funzione nel ciclo di vita".

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2014 19:52

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.