Arriva la nuova app per migliorare la raccolta rifiuti

By Febbraio 06, 2014 3561 No comment
|| || ||

Una nuova applicazione per smartphone faciliterà la raccolta differenziata dei rifiuti. RifiUtility è la prima app di questo genere in Veneto, realizzata dal Consorzio di Bacino Verona Due, ente che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in 42 comuni della provincia.

L'innovativa tecnologia è stata presentata il 5 febbraio dall' assessore all'Ambiente nonché vicepresidente della Provincia di Verona Fabio Venturi.

 

Una volta scaricata gratuitamente sul proprio telefonino, l'applicazione sarà in grado di fornire tutte le informazioni necessarie ad un corretto smaltimento dei rifiuti, come il calendario della raccolta differenziata, indicazioni su dove vadano inseriti i vari rifiuti e la mappa geolocalizzata delle isole ecologiche.

 

Inoltre, l'utente potrà segnalare eventuali rifiuti abbandonati sul territorio, inviando delle foto attraverso la app per sollecitare un intervento tempestivo dell'ente gestore, che potrà aggiornare l'utente sulla risoluzione del problema, con un'altra foto che testimoni la raccolta.

 

"Il futuro è nell'interattività e noi del Consorzio di Bacino Verona Due lo sappiamo bene – ha commentato il presidente Luigi Visconti -. Per questo abbiamo creato questa applicazione grazie alla quale possiamo dialogare con i cittadini, instaurando un rapporto più diretto".

 

All'interno dell'applicazione si possono trovare anche aree appositamente pensate per lo scambio di informazioni e commenti, come una vera e propria community interattiva.


RifiUtility rappresenta dunque un ulteriore strumento per migliorare l'efficienza della raccolta differenziata nel nostro territorio che, come sottolinea il direttore del Consorzio di Bacino Verona Due Thomas Pandian, è in continua crescita. "Oggi possiamo garantire che oltre il 70% dei rifiuti viene riciclato – evidenzia Pandian –. Un dato elevatissimo, basti pensare che nel 2001, con soli 11 Comuni serviti, portavamo in discarica più rifiuto secco, quindi non riciclabile, di quanto ne conferiamo oggi che i Comuni sono diventati 42".


Per garantire una ancor maggiore puntualità nella raccolta, il Consorzio sta predisponendo anche dei microchip da installare nei sacchetti così da riconoscerne il contenuto e rendere più efficiente l'attività di riciclaggio.


Per la realizzazione dell'app Rifiutility, hanno collaborato la Regione del Veneto, la Provincia di Verona e l'azienda Ser.I.T. – Servizi per l'Igiene del Territorio, sostenendo anche economicamente l'iniziativa. A livello tecnino il progetto è stato sviluppato dalla web agency24consulting S.r.l.

 

La app sarrà scaricabile dal 10 febbraio. Per maggiori informazioni: www.consorziovr2.it

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 06 Febbraio 2014 13:38

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.