Il rapporto annuale di Legambiente sulle performance ambientali delle città capoluogo, giunto alla 24a edizione, vede quest'anno al primo posto Mantova per raccolta differenziata, ciclabilità, isole pedonali e piantumazione di nuovi alberi. Verona si piazza 45ª, guadagnando 30 posizioni rispetto allo scorso anno, ma marcando comunque un trend negativo, se pur altalenante, da oltre 10 anni.

Con l’85,4% di raccolta differenziata (rispetto al 79,7% del 2016), e una produzione di rifiuto residuo secco pari a 50,3 chili pro capite (contro i 73,2 del 2016), l'amministrazione valpolicellese è risultata prima tra i Comuni con più di 10.000 abitanti nell'ambita classifica di Legambiente.

Quest'anno Legambiente ha introdotto dei nuovi criteri nella classifica dei Comuni Ricicloni: non solo si deve rispettare l'obiettivo di legge del 65% sulla raccolta differenziata, ma gli abitanti devono aver conferito meno di 75 chili all'anno a persona di rifiuto non riciclabile.

Verona è una delle città italiane di medie dimensioni con la più alta percentuale di gestione sostenibile dei rifiuti. Secondo dati Legambiente 2015, la nostra città ha raggiunto il 50,6% di raccolta differenziata. Noi crediamo però che si possa fare ancora molto: è proprio nei luoghi pubblici della nostra città infatti che la differenziata viene a mancare.

Sarà il primo comune gestito dal Consorzio di bacino Verona due del Quadrilatero ad avviare la raccolta puntuale dei rifiuti. Dal 1° agosto il secco, la plastica e lattine dovranno essere conferiti solo con i sacchetti forniti dal Comune, dotati di microchip.

Pagina 1 di 6

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.