I volontari di Greenpeace hanno organizzato sabato in 21 città italiane attività di sensibilizzazione per chiedere il bando dei pesticidi, dannosi per api e altri impollinatori e investimenti in pratiche agricole sostenibili.

La decisione è stata presa quasi all'unanimità nel corso dell'ultimo consiglio comunale, lo scorso 21 giugno: i prodotti contenenti glifosate sono stati vietati su tutte le aree comunali di Lazise. Dovranno attenersi anche le ditte private che ricevono l'appalto per lavori pubblici.

Sta per partire a Lazise il "Progetto biodiversità", portato avanti dall'associazione Corte dei Miracoli di Verona. L'obiettivo? Contrastare la cultura dei diserbanti e antiparassitari chimici sul nostro territorio, con la conversione a biologico un vasto terreno a Colà di Lazise.

Dopo il ritrovamento, la scorsa estate, di alcuni terreni in cui era stato fatto largo uso di pesticidi, vicini a pozzi di approvvigionamento di acqua potabile, con il rischio concreto di penetrazione nelle falde acquifere, la scorsa settimana è stata inviata all'Amministrazione una richiesta per vietarne l'uso sul territorio comunale.

"Non crediamo in BIO". Con questa inchiesta di settembre, la rivista Altroconsumo ha provocato lo sconcerto di chi cerca ogni giorno di fare scelte consapevoli per la salute e l'ambiente. Molti nel mondo scientifico (tra cui ISDE-Medici pr l'Ambiente) hanno subito reagito e smentito, dati alla mano, un articolo definito da molti superficiale e approssimativo.

Pagina 1 di 5

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.