Pfas, Comitato mamme e parlamentari veronesi dal ministro Costa

Ieri mattina 10 gennaio il comitato “Mamme No Pfas” del Veneto ha incontrato il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. Presenti all'incontro anche i deputati veronesi Diego Zardini e Alessia Rotta e il senatore Vincenzo D’Arienzo.

«Una legislazione nazionale che ponga limiti uniformi alla presenza di Pfas nelle acque è necessaria e sicuramente auspicabile. Siamo pronti a dare una mano al governo - affermano Zardini, Rotta e D’Arienzo - La salute delle persone è prioritaria e non ha certo colore politico. Nel dettaglio, c’è bisogno di concludere velocemente l’iter delle linee guida sui limiti agli inquinanti nelle acque predisposto dal ministero e farlo diventare un provvedimento di legge. È una materia concorrente, quindi per l’approvazione finale sarà necessario un accordo tra lo Stato e le Regioni».

Le rappresentanti del Comitato hanno chiesto al ministro tempi veloci e certi, ma Costa non è stato in grado di soddisfare questa richiesta. «Probabilmente non dipende solo dal ministero dell’Ambiente - ipotizza Zardini - ci sono più soggetti che hanno competenza in materia. Proprio per questo siamo disponibili dall’opposizione a collaborare per arrivare a una norma italiana che metta il limite zero alla presenza di Pfas nelle acque e appoggiamo la domanda del comitato di estendere questo limite in tutti i Paesi dell’Unione europea».

 

Photo credits: AgenziaVista.it

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.