Dopo il sequestro della settimana scorsa di un'area di circa 300mila metri quadrati nel cui sottosuolo sarebbero state sepolte tonnellate di rifiuti tossici, a Ronco all'Adige – nella Bassa Veronese – è scattato l'allarme legato alla potabilità dell'acqua. Ma il sindaco rassicura.

Inquinamento atmosferico a livelli d'emergenza e tasso di motorizzazione sempre in crescita: sono queste alcune delle le caratteristiche negative di cui purtroppo i centri urbani italiani non riescono a liberarsi, secondo il rapporto annuale di Legambiente, Ambiente Italia e IlSole24Ore "Ecosistema Urbano 2014". Ecco la triste fotografia che ne emerge della nostra città.

La sopravvivenza della fauna e della flora acquatiche e la potabilità delle nostre acque sono a rischio. Colpevoli l'agricoltura intensiva e i prodotti chimici dispersi dalle industrie. Un danno finora sottostimato, secondo il Centro per la Ricerca Ambientale Helmholtz in Germania.

I nostri scarichi domestici potrebbero trasformarsi in una grande risorsa da cui recuperare energia rinnovabile o fertilizzanti, biopolimeri e plastiche biodegradabili. Se ne parlerà in una conferenza internazionale, EcoSTP2014, organizzata da un'iniziativa coordinata tra Università di Verona e Politecnico di Milano.

Una visita guidata alla scoperta dei corsi d'acqua che attraversano Montorio. La organizza domenica 27 aprile l'Associazione Comitato per il Verde in collaborazione con l'assessorato all'Ambiente del Comune di Verona.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.