Alimentazione consapevole, sostituire la carne con i legumi

|| || ||

Si è svolto mercoledì scorso, 11 febbraio, presso la Villa Parolin – Poggiani a Gazzo Veronese, il secondo ed ultimo incontro dedicato all'alimentazione consapevole, organizzato dall'associazione culturale "La Corte Vecia" in collaborazione con l'erboristeria La Calendula e il negozio di biologico Naturallegra.

In un'ambientazione rustica molto suggestiva, la serata è stata introdotta dalla Naturopata ed Iridologa Daniela Merlo, che ha elencato i benefici dell'utilizzo delle leguminose in cucina per la salute del corpo.

 

L'iridologia è una disciplina olistica che, attraverso l'osservazione della mappa iridea ed i tratti somatici del volto di un soggetto, delle mani e delle unghie, guida alla scoperta del suo grado e delle sue condizioni di salute, fornendo un quadro fisico ma anche psico­emozionale.

 

Le quattro ricette, scelte e cucinate dai cuochi Andrea Benatti e Michele Scipioni, hanno visto come ingredienti base: cicerchie, lenticchie, ceci e cannellini.

 

Come spiegato da Daniela, durante l'introduzione, i legumi sono ricchi di Omega 3 e di vitamina B (utile per la memoria e per la concentrazione). Sono molto digeribili ed assimilabili, in quanto non presentano residuo azotato. Inoltre presentano ottime quantità di ferro (Fe), potassio (K) e fosforo.

 

Possono essere degli ottimi sostituti della carne nelle diete diete vegane e vegetariane. E' utile nel caso dei legumi secchi, sia per la loro reidratazione sia per evitare il formarsi di possibili accumuli di gas intestinale a seguito dell'ingestione, lasciarli macerare in acqua con bicarbonato e salvia, rosmarino o alloro prima della cottura.

 

Ogni legume poi ha le sue caratteristiche. La cicerchia (anche detta Lathyrus sativus), appartenente alla famiglia delle Fabaceae e presente prevalentemente nelle regioni del Lazio, Marche, Molise, Puglia ed Umbria, è un alimento ricchissimo di proteine. Contiene vitamine del gruppo B, vitamina PP, calcio e fosforo. Vanta anche una buona quota di fibre. E' povera di grassi ma molto energetica, stimola la memoria e migliora il tono muscolare. Quasi in scomparendo, ultimamente è stata rivalutata dalla tradizione culinaria e sta ritornando sugli scaffali di molti negozi di biologico.

 

La lenticchia (Lens culinaris) è un legume appartenente alla famiglia delle Papilionacee. Ha un alto valore nutritivo ed è ricca di fosforo, ferro (può essere un integratore per gli anemici e per le donne in gravidanza) e vitamine del gruppo B. Inoltre ha anche un alto contenuto proteico, una buona quantità di zuccheri e una scarsa quantità di grassi, oltre ad essere ricca di vitamine, sali minerali e fibre. Indicata nella prevenzione dell'arteriosclerosi, poiché i pochi grassi in essa contenuti sono di tipo insaturo. La grande quantità di fibre la rende molto importante e utile per il funzionamento dell'apparato intestinale e per tenere sotto controllo il livello del colesterolo. Ha proprietà antiossidanti, ricca di tiamina, utile per migliorare i processi di memorizzazione. La presenza di vitamina PP fa sì che funga da potente equilibratore del sistema nervoso.

 

I ceci sono anch'essi piante erbacee della famiglia delle Fabaceae. Utili per chi ha problemi di celiachia, in quanto non contengono glutine, svolgono anche un ruolo protettivo nei confronti del cuore, grazie alla buona presenza in questi legumi di magnesio e di folato. 

 

I cannellini hanno un basso contenuto di amido e una percentuale proteica molto elevata, sono utilizzati nelle diete dimagranti e per coloro che soffrono di glicemia alta.

 

Nel frattempo i cuochi Andrea e Michele cucinavano i piatti di fronte al pubblico, spiegandone le ricette, piatti davvero molto buoni, che sono stati gustati a fine serata. 

 

serata gazzo 2L'Associazione "La Corte Vecia", nata a Gazzo da poco più di un anno e mezzo, vuole farsi portavoce della cultura del territorio, organizzando vari incontri su diverse tematiche, tra cui anche l'alimentazione, per avvicinare le persone ad uno stile di vita biologico e più naturale. Il loro prossimo obiettivo sarà quello di organizzare un GAS che aggreghi i comuni di Gazzo e Nogara. Non resta che augurare loro un buon lavoro.

(Nella foto i fondatori Christian Lovato e Elena paganotto)

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Sabato, 14 Febbraio 2015 00:33

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.