Due giovani veronesi fondano il carpooling per gli eventi

By Novembre 05, 2014 10390 No comment
|| || ||

Si chiama Happy Ways ed è una nuova startup di mobilità sostenibile ed economia condivisa (o, per dirla all'inglese, sharing economy) ideata per permettere di partecipare agli eventi in maniera ecosostenibile. Il portale web sarà online a breve, corredato da una app per dispositivi mobile. Nell'attesa vi raccontiamo la storia dei suoi due giovani fondatori.

HappyWays-fondatoriSono Paolo Andrioli e Andrea Biondani, rispettivamente 32 e 31 anni, con una laurea specialistica in Scienze Politiche e un master in marketing il primo, una laurea specialistica in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche il secondo, che è da qualche tempo anche organizzatore di eventi, soprattutto concerti a livello locale. Passione che ha contribuito a sviluppare l'idea del progetto.


"L'idea è nata circa un anno fa da una nostra esigenza personale", confermano . "Il tutto è partito dalla necessità di mettere in rete varie associazioni veronesi – aggiunge Andrea – per promuoverne gli eventi e favorire lo spostamento degli utenti. Lavorando con l'associazione culturale The White Rabbit, conosco bene infatti le dinamiche e i problemi logistici che deve affrontare chi organizza eventi che catalizzano un certo numero di persone".


Concerti ma anche manifestazioni culturali, sportive e folkloristiche: capita spesso di dover effettuare degli spostamenti che incidono in maniera considerevole sia sui costi di partecipazione che sull'impatto ambientale dei diversi partecipanti. Unendo questa constatazione con la passione di entrambi per le nuove tecnologie legate al web e ai social media, i due ragazzi hanno quindi pensato di creare un carpooling specializzato per gli eventi. "Crediamo molto nell'importanza e nell'efficacia dei nuovi modelli di economia condivisa – spiegano – soprattutto per i risvolti di ecosostenibilità che possono avere".


"La pratica di condividere i posti in auto esiste da molto tempo – aggiungono – ma con i nuovi media si è riusciti a darne un'organizzazione più sistematica, ottenendo maggiori garanzie sull'affidabilità dei compagni di viaggio grazie alla registrazione dei dati personali e il sistema di feedback".


Nonostante esistano già portali di carpooling significativi anche a livello europeo (come Carpooling.com e BlaBlacar), in aggiunta a quello che fanno i siti tradizionali "HappyWays permette di superare alcune barriere principali che ancora ne limitano l'utilizzo – sottolineano i due fondatori – come quella di superare l'imbarazzo nel dover passare del tempo in auto con una persona sconosciuta per paura di non avere argomenti di conversazione: la partecipazione ad uno stesso evento presuppone il fatto di avere almeno un interesse in comune, quindi potrebbe portare anche alla nascita di nuove amicizie. Concentrando il servizio sugli eventi, inoltre, ci si rivolge ad una nicchia di utenti accumunati dalle stesse esigenze di orario e data, aumentando le possibilità di trovare risposta e quindi l'efficienza del servizio".


L'intenzione dei due fondatori è anche quella di offrire dei servizi aggiuntivi come posti macchina dedicati, pass per il backstage o riduzioni sul costo dei biglietti, stringendo accordi commerciali con i principali organizzatori di eventi attivi sul territorio nazionale in modo da fidelizzare gli utenti potenzialmente interessati e farsi conoscere da un numero sempre maggiore di utenti.


L'idea di Happy Ways è una soluzione innovativa e virtuosa per combinare una mobilità più sostenibile con lo svago e il divertimento. La start up ha infatti già ottenuto importanti riconoscimenti, piazzandosi in finale alla IE Smart Competition e vincendo uno dei premi di Sodalitas Challenge, che ha dato loro anche la possibilità di essere seguiti da TAG (Talent Garden), uno dei più importanti incubatori d'impresa attivi in Italia e all'estero. Non resta che aspettare che la piattaforma sia online per lanciarsi in questa nuova avventura.


Per maggiori informazioni: www.happyways.it

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 06 Novembre 2014 00:31

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.