Green Bike Park, bici elettriche per esplorare il Baldo

|| || ||

È stato inaugurato sul Monte Baldo il Green Bike Park, il primo parco in Italia con biciclette a pedalata facilitata per consentire a tutti di muoversi agevolmente in bicicletta anche su terreni accidentati, e godere della bellezza della natura e degli straordinari panorami di questa perla della provincia di Verona.

Sono oltre cento chilometri di percorsi da esplorare in bicicletta senza difficoltà, immersi nella natura del Monte Baldo. L'idea è frutto della collaborazione tra la Funivia Malcesine-Monte Baldo, la rivista mensile di mountain bike 365 Mtb e l'associazione sportiva Ciclone di Verona (vedi articolo correlato, per promuovere la bicicletta come bene sociale e quindi utile per la promozione e la valorizzazione del territorio. 

 

"Uno dei principali obiettivi del nostro progetto - spiega Maurizio Bardi, direttore di 365 Mtb e da una ventina d'anni promotore del Bike Park - è favorire un'educazione dei ciclisti a tutto tondo. Non solo comportamentale ma anche ambientale e naturalistica, in maniera tale da diffondere la conoscenza del territorio in tutte le sue caratteristiche".

 

"La promozione e la valorizzazione del nostro territorio anche attraverso le biciclette a pedalata assistita - aggiunge Stefano Passarini, presidente della Funivia Malcesine-Monte Baldo - è un'opportunità che completa la già ricca offerta per i cicloturisti. In particolare desideriamo avvicinare a questo mondo, in maniera agevole, soprattutto le famiglie e quanti non sarebbero forse in grado di pedalare su e giù per le nostre strade con una normale mountain bike. Come la montagna non è godibile solo da esperti alpinisti ma anche da chi desidera fare una semplice passeggiata, così la bicicletta deve diventare uno strumento davvero alla portata di tutti".


Tre sono gli itinerari a disposizione, di diversa lunghezza e impegno, tutti con partenza dalla stazione di arrivo della funivia che collega Malcesine al Monte Baldo. Si va da quello breve, di 10 chilometri, fino a quello di 60 chilometri che impegna tutta una giornata. Eccoli nel dettaglio:

Panorama mozzafiato. Dieci chilometri da percorrere in mezza giornata: si sviluppa lungo la strada sterrata che dal Baldo scende a Bocca di Navene. Da qui si raggiunge Pra' Alpesina lungo la strada Graziani, tutta asfaltata, per poi inerpicarsi su una mulattiera fino all'arrivo che coincide, ovviamente, con il punto di partenza.
Giro delle malghe. È la proposta intermedia, che prevede 40 chilometri in un ambiente particolarmente suggestivo. La tappa più significativa di questo giro, che richiede una giornata di tempo per gustarlo in tranquillità, è all'Orto botanico di Novezzina che raccoglie e svela tutti i segreti delle piante del Monte Baldo, famoso proprio per la sua particolare e unica flora.
Corno della paura. Si arriva al Passo San Valentino pedalando sulla strada Graziani per farvi ritorno dopo aver raggiunto Polsa, percorrendo anche un tratto del sentiero di guerra al Corno della Paura, che si affaccia sulla Valdadige. Da qui si raggiunge l'arrivo della funivia dopo aver percorso complessivamente 60 chilometri: un'escursione che val bene una giornata.


Tutti e tre gli itinerari vengono affrontati in gruppo, accompagnati da una guida dell'associazione sportiva Ciclone in grado di offrire anche un supporto tecnico. Chiunque può iscriversi all'escursione preferita con la sola avvertenza che i bambini devono aver compiuto i 12 anni ed essere insieme ad un adulto maggiorenne.


Le biciclette a disposizione del Green Bike Park sono 15 - prodotte dalla Scott, azienda leader del settore - e possono essere noleggiate ogni giorno. Si tratta di biciclette elettriche a pedalata assistita, che richiedono comunque la necessità di pedalare per utilizzare la forza motrice prodotta dal motore montato sulla bici, che "consuma" in proporzione alla energia richiesta da chi pedala. Un modo anche di avvicinarsi a mezzi elettrici che fanno parte integrante di uno stile di vita più ecosostenibile.

 

Per informazioni e prenotazioni
Davide Carton (Associazione Ciclone ASD), guida e coordinatore: 349 6848172.

Foto: Fabio Boeti, Associazione Ciclone ASD

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 02 Luglio 2014 18:31

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.