Cresce il mercato usato, verso nuovi stili di consumo

|| || ||

Il 48% degli italiani, negli ultimi cinque anni, ha fatto acquisti nel mercato dell'usato e il 41% di questi dichiara di voler incrementare i suoi acquisti nel settore. E a Verona qual è la situazione?

I dati che abbiamo riportato sono apparsi nel rapporto nazionale sul riutilizzo redatto dal Centro di Ricerca Economica e Sociale Occhio del Riciclone, un'organizzazione che raccoglie e mette in sinergia diverse associazioni che si occupano, tra le diverse tematiche, anche di educazione e animazione ambientali.


Nella nostra città e in provincia sono molti i mercatini dell'usato che lavorano a pieno ritmo ed offrono i loro servizi al fine di dare nuova vita agli oggetti vecchi.


Oltre ai numerosi franchising presenti in svariati punti della provincia, sul territorio veronese spicca la Mattaranetta (vedi articolo correlato), attiva dal 2007. La Cooperativa ha da poco aperto un nuovo centro: Mattarà, significativamente definito "Il mercatino dell'usato green & social", che sorge in zona San Michele, in via Pontara Sandri, nuovo punto di riferimento per ricevere e distribuire beni di ogni genere.
La vecchia sede a Verona Est invece, tra Montorio e San Martino Buon Albergo, dal 15 febbraio 2014 è diventato centro di riuso e riparazione: nei suoi spazi si trova anche un'officina di riparazione bici ed altre officine di riparazione e restauro.


In epoca di difficoltà economica non c'è dubbio che il riuso può rappresentare uno strumento strategico per il rilancio dell'economia: lo dimostrano le direttive europee che impongono lo sviluppo di piani e di proposte, ma anche le numerose associazioni e iniziative "dal basso" che si stanno diffondendo sempre più. Tra queste citiamo il Centro del Riuso di Castelnuovo del Garda, nato da poco e già molto attivo (vedi gruppo Facebook) o il più storico Il Giracose di Nogarole Rocca. Solo due realtà in rappresentanza di un variegato mondo e di un crescente interesse che si sta sempre più diffondendo anche nel nostro territorio.


L'espansione dell'usato non è dovuta però soltanto alla crisi: si tratta anche di un'evoluzione degli stili di consumo indipendente dall'andamento dell'economia. Segnaliamo a questo proposito i numerosi negozi che stanno comparendo in molti comuni veronesi specializzati nell'usato per bambini (un esempio su tutti, Baby Bazar), abbigliamento e oggettistica: una tipologia di prodotti che, per la brevità del suo utilizzo, si presta particolarmente ad un'ottimizzazione dei consumi.


Per il futuro quindi si prevede una crescita del ricorso all'usato. Promuovere ed incentivare il riciclo e il riuso di materiali e oggetti prolungandone la vita può sicuramente essere una delle risposte contro lo spreco di risorse materiali per uno stile di vita più ecosostenibile.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 26 Maggio 2014 18:01

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.