Reverse, da associazione a impresa con il recupero creativo

|| || ||

Passione, lavoro, ingegno. Applicandoli in quest'ordine, tre giovani - Nicola Gastaldo, Federica Collato e Michele Pistaffa - hanno creato Reverse, la prima impresa sociale a Verona che, occupandosi di ecoarredo, rientra nel settore della tutela ambientale.

 

1147494 488737767881887 1090636280 o

Reverse realizza complementi d'arredo originali, tra l'artigianato e l'arte, rivalorizzando materiali poveri ed abbandonati, come gli scarti dei processi di produzione industriale (ad esempio pallet o cartone).


Con un approccio profondamente etico, viene data nuova vita a prodotti che altrimenti andrebbero smaltiti. Il materiale utilizzato è fornito dalle aziende dislocate sul territorio veronese, in un'ottica di collaborazione e recupero a km0.


Nata nel 2010 come associazione, nel corso degli anni Reverse è cresciuta e, a partire dal 2013, si è sdoppiata in Reverse impresa sociale e Reverse Lab. L'associazione sviluppa tre temi principali: mobilità sostenibile, eco arredo e cultura del cibo. Con il progetto Re-cycles, ad esempio, si occupa di rimettere a nuovo le biciclette abbandonate, che necessitano di pulizia e di restauro, recuperando tutto ciò che è possibile recuperare.


Reverse-corsiSin dalla sua nascita, come associazione Reverse ha sviluppato numerose e fondamentali collaborazioni sul territorio, grazie alle quali è riuscita a farsi conoscere e diventare un punto di riferimento nel riciclo creativo. Da anni ad esempio è attiva una collaborazione con l'Ecosportello del Comune di Verona, insieme a cui sono stati organizzati diversi corsi aperti al pubblico. Con la collaborazione della Condotta Slow Food di Verona invece, sono stati realizzati vari eventi sviluppando percorsi di benessere attraverso il cibo.
Dal mese di aprile 2014 partirà il progetto Aut, in collaborazione con il Carcere di Montorio, con il fine di creare laboratori di autoproduzione per i detenuti che realizzeranno la nuova biblioteca con materiali di recupero.


La nascita dell'impresa sociale Reverse è stata supportata dalla consulenza di Mag Verona e resa possibile grazie alla vincita di un bando finanziato dal Fondo Sociale Europeo tramite la Regione Veneto. Oggi l'attività si sviluppa principalmente su due canali: pubblico e privato. Reverse crea infatti allestimenti temporanei per fiere o manifestazioni e lavora su commissione per clienti singoli o aziende, proponendo soluzioni di design su misura e innovative.


Reverse-CanarinAnche la sede di Reverse è in linea con la sua filosofia. Si tratta di una struttura ampia (laboratorio, casa su due piani e cortile interno) che inizialmente si trovava in stato di abbandono, in una zona periferica di Verona, anche se comunque vicina a Porta Vescovo. È stata recuperata e ristrutturata interamente divenendo uno spazio di co-working chiamato Il Canarin, che oggi ospita otto diverse realtà indipendenti ma simili nei valori e che collaborano tra loro, tra cui studi fotografici, di consulenza energetica, di pittura e di design.


I ragazzi di Reverse sono tutti trentenni: un esempio per i giovani che vogliono sviluppare un'iniziativa imprenditoriale, partendo da un sogno o da un'idea. Così Federica Collato, una delle fondatrici, dà delle indicazioni proprio a chi vuole seguire le orme di Reverse. "È necessario essere curiosi e attenti ma anche avere i piedi ben piantati per terra. Prima di lanciarsi nel progetto è bene affidarsi ad esperti per una consulenza imprenditoriale e studiare bene dove è possibile collocare il servizio o il prodotto che si vuole offrire. Bisogna avere ben chiari gli obiettivi e le forze, perchè la validità del progetto possa reggere. L'atteggiamento critico, la messa in discussione, la capacità di fare dei passi indietro, mettendosi in gioco in continuazione, sono fondamentali per la buona riuscita di un progetto".

 

Credits photo: Alessandro Piras

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 02 Aprile 2014 18:34

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.