Sanificazione acqua 100% naturale: il brevetto è veronese

|| || ||

Un'innovativa miscela di minerali ionizzati capaci di eliminare batteri e funghi in modo continuativo, senza l'utilizzo di sostanze chimiche, si propone di rivoluzionare il modo di pensare la sanificazione dell'acqua potabile.

Con la sua formula unica al mondo, Idralife unisce una scelta di sostenibilità e benessere dalla mission etica: preservare l'acqua a costi ridotti, nel rispetto della salute e dell'ambiente.


Il progetto vede la luce per la prima volta nel 2015 e si prepara ora all'imminente uscita ufficiale programmata per il prossimo mese. Tre i prodotti chiave del brand: AQA, ideato appositamente per la sanificazione dell'acqua per uso alimentare sia in ambito domestico che per le attività all'aperto; KAL, specificatamente pensato per combattere la proliferazione batterica e la formazione di calcare all'interno delle nostre macchinette del caffè; infine IDRABOTTLE, una borraccia antibatterica già utilizzata durante partite ed allenamenti dalla squadra di pallavolo nostrana Calzedonia Verona. Ogni singolo prodotto della linea assicura un’azione costante per un intero anno e non rilascia alcuna sostanza. Alla base del loro funzionamento lo stesso principio attivo: un mix di minerali ionizzanti che emettono “ioni” capaci di penetrare la barriera batterica.


Test in laboratori accreditati in ambito internazionale hanno evidenziato l'eliminazione fino al 99% dei batteri patogeni presenti nelle acque, nel latte e nella frutta e verdure lavate con acqua trattata con i prodotti Idralife.
Il brevetto internazionale è detenuto in esclusiva mondiale dalla società veronese “The Bright Company”, che ha curato lo sviluppo ed ideato il prodotto.


Attualmente esistono metodi di sanificazione dell'acqua alternativi, come ad esempio cloro o sistemi di microfiltrazione; ma mentre il primo non può venire utilizzato con continuità per il trattamento dell'acqua potabile senza il rischio di danni per la salute, il secondo, di tipo meccanico, presuppone l'installazione di impianti complessi e dalla manutenzione costosa, un limite non indifferente soprattutto per tutte quelle popolazioni del terzo mondo che necessitano di acqua potabile a basso costo per prevenire malattie di origine batterica che possono rivelarsi anche mortali in mancanza delle cure necessarie: si stima ancora oggi la semplice diarrea causi la morte di 1,5 milioni di bambini l'anno, più di AIDS, malaria e tubercolosi messe assieme.


Non di minore importanza il risvolto ecologico: eliminando i batteri che ne intaccano la salubrità, Idralife mantiene la nostra acqua buona nel tempo, limitando la necessità di rivolgersi all'acqua in bottiglia e contribuendo così alla riduzione del consumo di plastica usa e getta.

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 22 Marzo 2017 18:19

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.