Detersivi ecologici, quando economia e salute coincidono

|| || ||
Acido citrico, oli essenziali, succo di limone. Sono gli ingredienti naturali con cui si possono, anche in casa, confezionare detersivi ecologici e biodegradabili. Da pochi anni sono alla base dell'attività della Dal Sasso Srl, azienda veronese che commercializza detersivi non solo naturali e biodegradabili ma anche alla spina. Perché la riduzione della plastica prodotta e utilizzata è un primo e fondamentale passo per diminuire l'impatto ecologico delle nostre attività.

Un'iniziativa semplice ma innovativa sviluppata quattro anni fa in collaborazione con un'azienda di Cecina, la Uni.Ra. Srl (www.unira.it), che si occupa della produzione dei detersivi. Insieme all'Università di Firenze, le due aziende hanno realizzato lo studio che ha portato alla "ricetta" per ottenere prodotti 100% naturali e biodegradabili ma comunque efficaci. A completare il progetto, l'idea di venderli sfusi, dando la possibilità al consumatore di riutilizzare un proprio contenitore, e di realizzare la distribuzione solo nei negozi di prossimità, per rendere il servizio ancora più accessibile e comodo.


GiovanniDeAngelis"Abbiamo deciso di puntare fortemente sull'innovazione, quindi sull'ecosostenibilità (che per noi è sinonimo di futuro). Soprattutto in un momento di crisi come questo, è quella che paga davvero, anche se la nostra resta un'attività di nicchia - ha commentato il titolare Giovanni De Angelis che abbiamo incontrato nella sede di Montorio -. Non esisteva infatti in Italia un'azienda che producesse detersivi biodegradabili al 100%. Per questo abbiamo anche avviato una pratica al Ministero della Salute per poter essere i primi in EU ad aggiungere alle nostre etichette questa dicitura".


I tensioattivi utilizzati - dichiara l'azienda - sono infatti di origine vegetale o naturale, non petrolchimici o di sintesi, e non vengono utilizzati sbiancanti ottici, addensanti sintetici, fosfati, profumi o coloranti di origine sintetica come nei detersivi normalmente in commercio. "Oggi 3 bimbi su 5 soffrono di allergie, e tra i principali responsabili di questo aumento nelle affezioni dermatologiche e respiratorie sono i detersivi chimici", ha evidenziato Giovanni De Angelis.


"Per noi economia e salute devono coincidere, per questo indichiamo in modo chiaro sulle DalSasso2etichette tutti i componenti - ci spiega con un certo orgoglio – Tra questi, l'olio essenziale di eucalipto viene utilizzato per il bucato non solo per la profumazione ma anche perchè è un potente antibatterico efficace contro gli acari, o il succo di limone spremuto a freddo, che funge da sgrassatore nel detersivo per i piatti (presente nell'alta concentrazione di un 10-15%), o l'acido citrico, che nell'ammorbidente ha potere anti-calcare".


Oggi Dal Sasso Srl commercializza circa 100.000 litri di detersivi l'anno appoggiandosi a 135 punti vendita in Italia, la maggior parte in Veneto e Lombardia ma qualcuno anche in Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Puglia. "Preferiamo puntare sui negozi di prossimità piuttosto che sulla grande distribuzione perchè è un prodotto che va spiegato, ed anche il consumatore deve essere accompagnato all'acquisto potendo contare su personale preparato" A loro vengono forniti il banchetto di un metro su cui è installata la macchina erogatrice e che contiene i fustini da 25 litri con i vari detersivi".


Anche alcune scuole si stanno avvicinando al progetto: "Ma per iniziativa personale, lavorare con le amministrazioni è molto difficile". Ciononostante, la Dal Sasso persegue con determinazione nella propria attività, che dalla sua nascita quattro anni fa sta crescendo in maniera lenta ma costante.

Sul sito dell'azienda (www.dalsassosrl.it) è possibile cercare il punto vendità più comodo da raggiungere per sè.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Sabato, 18 Gennaio 2014 14:45

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.