Un premio per i buoni sindaci, contro i pesticidi

By Aprile 28, 2016 1524 No comment
|| || ||

È stato intitolato "Lombrico d'Oro" il premio che quest'anno premierà due sindaci della provincia di Verona che per primi hanno vietato l'uso del glifosate e di tutti i pesticidi chimici nel territorio del loro comune.

Sono due donne - Anna Maria Bigon sindaco di Povegliano Veronese e Sabina Tramonte sindaco di Cavaion Veronese - ad essersi distinte in azioni a difesa dell'ambiente e della salute dei loro concittadini, così da meritare questo significativo riconoscimento.


Il sindaco di Povegliano Veronese, Anna Maria Bigon (a sinistra nella foto), è stata la prima della provincia di Verona a decidere ufficialmente di non usare pesticidi chimici sui suoli di proprietà del comune.


Mentre il sindaco di Cavaion Veronese, Sabina Tramonte, ha promosso incontri di formazione con la cittadinanza sull'agricoltura biologica, oltre a deliberare di escludere i pesticidi dai terreni del comune.


Ulrich VeithSarà premiato inoltre il sindaco di Malles (TN), Ulrich Veith, che è stato il primo in Italia a fermare l'uso dei pesticidi in tutto il territorio comunale dopo una consultazione referendaria alla quale ha risposto il 70% dei cittadini.


La cerimonia di premiazione avrà luogo venerdì 6 maggio alle 15.00, presso il Dipartimento di Biotecnologie dell'Università di Verona, nella sede di San Floriano in Villa Lebrecht. Seguirà un buffet offerto dalla catena di negozi biologici NaturaSì, con contorno di musica e poesia.


Il premio "Lombrico d'Oro", promosso da ISDE Medici per l'Ambiente di Verona, vuole mettere in risalto le virtù di questo piccolo, modesto, insignificante animaletto, che è contemporaneamente indispensabile per dare leggerezza e ricchezza alla terra, che lavora generosamente per noi giorno e notte, che riesce a trasformare gli scarti in buon cibo, che disintossica e ripara molti nostri danni, in silenzio e modestia. Un umile, utile e creativo soggetto al quale dobbiamo essere sempre grati.


Il premio consiste in una simpatica targa artistica consegnata, alla presenza del docente di Viticultura della locale Università, professor Maurizio Boselli, dal presidente dell'Ordine dei Medici, per valorizzare l'importanza della prevenzione nella salute umana, e dal presidente dell'Ordine degli Agronomi, per mettere in risalto l'azione positiva sulla fertilità dei suoli e il ruolo fondamentale di queste due professioni nella tutela dell'ambiente.
Gli organizzatori ringraziano l'Università di Verona per la disponibilità e gli sponsor, NauraSì e La Primavera Coop.


La targa premio è stata creata dall'artista Piet Paeshuyse e Dima Contemporary Art Onlus.

 

Aderiscono le associazioni ambientaliste veronesi e i movimenti, riuniti nella "Campagna Stop Glifosate": Aveprobi, COSPE Veneto, FIAB Verona, Fumane Futura, Il Carpino, ISDE Medici per l'Ambiente, Legambiente, Mag, Movimento della decrescita felice, Movimento Nonviolento, Musa Antiqua, Terra Viva, Valpolicella 2000, Verona Polis, WBA, WWF.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 28 Aprile 2016 11:12

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.