Da Verona il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta

|| || ||

Aziende ed enti che hanno a cuore la mobilità sostenibile possono da oggi sostenere la ciclabilità grazie a Ciab, il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta, associazione nata a Verona da poche settimane su iniziativa di Fiab-Federazione Italiana Amici della Bicicletta.

Ciab dà la possibilità anche a chi non può aderire a Fiab di promuovere e diffondere la mobilità sostenibile: solo le associazioni senza fini di lucro possono infatti associarsi alla Fiab.


Lo scopo di Ciab è di mettere in rete società, singoli professionisti, cooperative, operatori turistici, titolari di negozi o studi professionali che lavorano nella ciclomobilità o che sono interessate a sostenerla, sviluppando anche alcuni servizi comuni.

Anche le amministrazioni pubbliche possono aderire, come pure Ulss, enti universitari e turistici: tutti soggetti fondamentali per creare una rete che possa incidere nella scelta per la mobilità urbana ed extraurbana in tutta Italia.

 

Chi aderisce a Ciab dimostra una sensibilità particolare verso l'ecosostenibilità, promuovendo la ciclomobilità tra i suoi dipendenti o cittadini nell'ottica di uno sviluppo sostenibile, rispettoso dell'ambiente e della qualità della vita delle persone.

 


L'associazione offre poi un'opportunità importante per le imprese e gli enti che hanno comportamenti virtuosi a favore delle "due ruote": tutti i dipendenti delle aziende che aderiscono al CIAB sono, infatti, assicurati durante ogni loro spostamento in bicicletta in Italia e in Europa.


Inoltre le società e gli operatori cicloturistici, semplicemente aderendo a CIAB, potranno assicurare i clienti che utilizzeranno i loro pacchetti cicloturistici o che noleggeranno le loro biciclette, al costo di solo un euro al giorno a cliente.


Ciab offre infine la possibilità di comparire sul sito dedicato www.ciab.it, nell'elenco delle imprese aderenti, dando visibilità a tutte le azioni in favore della ciclabilità e della mobilità sostenibile compiute dagli aderenti in favore dei loro dipendenti, dei clienti o della comunità. Un ottimo modo per ampliare la rete di Comuni ed imprenditori impegnati per la ciclomobilità.

L'associazione è stata costituita a Verona in occasione della fiera Cosmo Bike Show di settembre scorso: ogni anno, in questa stessa sede, si terrà l'assemblea annuale dei soci. Ed è veronese anche il primo presidente, Francesco Seneci, della società Netmobility. Un risultato di ottimo auspicio per la nostra città, che ci auguriamo possa continuare ad essere in futuro leader nella promozione della ciclomobilità.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 02 Dicembre 2015 18:30

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.