Bilancio Settimana della Mobilità di Fiab Verona

By Settembre 24, 2015 1166 No comment
|| || ||

Dopo l'iniziativa "Premia il Ciclista" di martedì scorso, arriva puntuale come ogni inizio autunno il bilancio sulla mobilità sostenibile cittadina realizzato dagli Amici della Bicicletta di Verona: quest'anno pare ci sia una novità, e che "la conta" appena effettuata sia l'ultima effettuata dall'associazione ambientalista veronese.

Pare infatti, come è stato annunciato all'inizio di questa edizione della Settimana, che il Comune di Verona si doterà di un Piano della mobilità sostenibile (Pums) completo di sistemi di monitoraggio del traffico non motorizzato.

 

 

"Non smetteremo di incontrare e di premiare i ciclisti, come facciamo da dieci anni a questa parte tutti i 22 di settembre - hanno dichiarato gli AdB in un comunicato - ma saremmo ben contenti di cedere il testimone delle nostre rilevazioni artigianali a favore di approcci più scientifici, così da liberare tempo e risorse da dedicare ad altre iniziative".

 

Un esempio? Al Tocatì è stato sperimentato la gestione di un cicloparcheggio custodito gratuito che ha riscosso grande gradimento tra chi ne ha usufruito; 250 le bici totali custodite in due giorni con punte di 70-80 alla volta. La formula è comunque ancora da perfezionare.

 

Per quanto riguarda "Premia il ciclista": i passaggi rilevati ai dieci varchi di accesso al centro storico tra le 7 e le 9.30 sono stati complessivamente 5.388, circa il 10% in meno di quelli dell'anno precedente quando furono 6.050.

 

 

"Non riteniamo siano diminuiti i ciclisti, pensiamo piuttosto siano cambiati i percorsi - dichiarano gli AdB - : infatti non si notano variazioni di rilievo sulle grandi direttrici di collegamento con i quartieri (Viale Piave per Verona Sud, Corso Milano per i quartieri Ovest; Ponte Nuovo e Ponte Navi per i quartieri Est) mentre registriamo una sensibile riduzione dei passaggi nell'ordine del 20% ai varchi di accesso all'area della Bra (Corso Porta Nuova, Castelvecchio). Con il trasferimento al Cangrandre di una parte delle classi del Maffei non ci sorprende invece il -20% segnalato al varco di Ponte Garibaldi".

 

C'è dell'altro? Probabilmente sì: il rischio furto, che scoraggia molti a mettere in strada la bici "buona". Il generale senso di insicurezza che traspira da tutte le statistiche sull'incidentalità stradale e, non da ultimo, anche da certe soluzioni viabilistiche: proprio in piazza Bra i ciclisti sono costretti sulla corsia centrale con gli autobus che li sorpassano da destra e le auto che sfrecciano da sinistra.

 

"Accogliamo con soddisfazione gli impegni presi dall'amministrazione in occasione dell'inizio della Settimana della Mobilità Sostenibile- concludono gli AdB - con il volantino distribuito ai genitori degli alunni delle elementari il primo giorno di scuola in cui si consiglia di 'accompagnare Vostro figlio a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici'. Cogliamo l'occasione per dire che Verona dovrebbe dotarsi di un Ufficio Biciclette come ormai c'è in tutte le Regioni e in moltissimi Comuni. L'ufficio biciclette è un luogo in cui centralizzare tutte le problematiche relative alla mobilità ciclistica, dalla programmazione ai problemi spiccioli, il più delle volte risolvibili con poca fatica".

 

Foto: Damiano Fermo / Ju Ferdinand da Facebook

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 24 Settembre 2015 14:47

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.