Libero accesso di auto elettriche o ibride in Ztl dal 2019: le proteste In evidenza

By Gennaio 07, 2019 390 No comment

"Sconcerto e profondo biasimo" vengono espressi dall'associazione FIAB Verona Amici della Bicicletta per il passaggio della Legge di Bilancio 2019, che prescrive il libero accesso alle ZTL e alle aree pedonali per i veicoli ad alimentazione elettrica o ibrida. Quali conseguenze per le applicazioni di questa legge a Verona.

L'articolo 1, comma 103 della nuova Legge di Bilancio (che integra l’art. 7 comma 9 del Codice della Strada) obbliga i Comuni a consentire “a tutte le auto elettriche e ibride la circolazione nelle aree pedonali e nelle ZTL.

"Al di là delle valutazioni ambientali su tale provvedimento, già di per sé discutibili - commenta il presidente di Fiab Verona Corrado Marastoni - lasciare via libera a tali mezzi non risolverebbe ma anzi aggraverebbe ulteriormente i già pesanti problemi di occupazione di spazi e di traffico congestionato e pericoloso di cui soffrono i centri storici; e, aprendo le aree pedonali anche al transito incondizionato di questi mezzi privati, rischia di creare situazioni paradossali in luoghi resi ormai da tempo disponibili alla sola fruizione di pedoni, ciclisti e mezzi pubblici, e in ogni caso di costituire un inatteso quanto incomprensibile arretramento nei progressi con cui si stanno via via restituendo spazi alla serena vivibilità che è tradizione storica delle nostre città.

L’applicazione di questa legge a Verona sarebbe peraltro in contraddizione sia con quanto l’amministrazione comunale si appresta a fare per un maggior controllo di accesso e uscite dei mezzi privati a motore dalla ZTL, sia con la naturale direzione che sta prendendo l’Europa più avanzata per valorizzare I propri centri storici: ovvero, limitare progressivamente l’ingresso dei mezzi privati a motore. "Ribadendo che la soluzione corretta resta sempre e solo quella di puntare sulla mobilita` attiva (ovvero: a piedi, in bici, col trasporto pubblico) - conclude Marastoni - FIAB Verona chiede con forza all’amministrazione comunale di Verona di attivarsi al fine di evitare l’applicazione di queste disposizioni, e di continuare a lavorare nella giusta direzione per il miglioramento della vita cittadina".

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 27 Maggio 2019 18:18

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.