Auto elettriche, sempre più colonnine per ricaricarle

|| || ||

A Torri del Benaco, sul lago di Garda, sono in arrivo due nuove colonnine per auto elettriche grazie al rifacimento del parcheggio comunale. E anche a Verona qualcosa si muove.

Il settore delle auto elettriche cresce lentamente, è inutile negarlo. Ma gradualmente cominciano a diffondersi anche sul nostro territorio questi mezzi che sono il futuro della mobilità sostenibile, e con essi anche le necessarie colonnine per ricaricarle.


La prima novità riguarda il Lago di Garda e in particolare Torri del Benaco, dove e entro quest'estate si potranno ricaricare le auto elettriche nel parcheggio comunale situato dietro il castello scaligero.
Il progetto prevede il rifacimento dell’area di sosta e la destinazione di due dei 309 stalli previsti alle vetture elettriche, che potranno caricare le batterie sfruttando le colonnine situate a fianco dei posti auto. I lavori del nuovo parking dovrebbero partire il prossimo mese e terminare in tempo per l'avvio della stagione turistica. Durante i lavori il park rimarrà chiuso, a parte un'apertura straordinaria durante il periodo pasquale a metà aprile. All'interno della nuova area di sosta ci saranno anche spazi dedicati al verde con e aiuole alberi.

 

A Verona invece è Agms ad entrare in campo per contribuire a realizzare una mobilità più sostenibile in città. L’azienda ha infatti installato nelle scorse settimane le prime tre colonnine per la ricarica di auto elettriche, due delle quali serviranno le auto elettriche aziendali (quattro o sei) in arrivo a breve. Mentre una verrà collocata di fronte alla reception della società, in lungadige Galtarossa, a completa disposizione del pubblico, gratuitamente, negli orari di apertura degli uffici.


Tutte e tre le colonnine installate da Agsm saranno munite di due attacchi per le auto, uno da 20 kilowatt e uno da sette, in modo da rispondere alle esigenze dei vari mezzi elettrici attualmente in commercio.

 

L’azienda ha inoltre depositato in Comune un progetto per realizzare altre quattro colonnine da installare in città, non solo per i clienti Agsm, ma a disposizione di tutti.


Già da aprile la prima potrebbe essere disponibile per i cittadini veronesi, sempre che l'autorizzazione, anche da parte della Sovrintendenza ai Beni culturali, vada a buon fine. Il servizio sarà gratuito per il primo anno.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 01 Marzo 2017 20:17

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.