Più bus meno traffico: Verona ci prova

By Gennaio 07, 2014 2578 No comment
|| || ||

Anno nuovo mobilità nuova per Verona e provincia. Il 2014 si apre con una buona notizia per il settore dei trasporti pubblici, con il potenziamento, a partire dal 7 gennaio, delle corse sulla rete urbana ma soprattutto extraurbana.

Molti i Comuni coinvolti nel miglioramento del servizio pubblico, con l'attivazione di collegamenti di tipo urbano con le località più vicine alla città e l'aumento delle corse nell'arco della giornata o solo nelle ore di punta nei casi più frequenti.


La riorganizzazione del servizio offerto dall'azienda di trasporto pubblico veronese ATV, resa possibile grazie alla concessione di nuovi fondi da parte della Regione Veneto, porta con sé anche una grossa novità: la nascita dei Bus Express, sette linee veloci che collegheranno con Verona ben 25 Comuni della provincia, in tempi competitivi perché senza fermate intermedie, percorrendo la superstrada e in alcuni casi anche l'autostrada.

Il servizio, in fase sperimentale in questi primi mesi che serviranno per raccogliere dati e opinioni dagli utenti, è offerto su prenotazione, sia in abbonamento (ad un costo aggiuntivo di 10 euro al mese) che a singola corsa. In questo caso la prenotazione andrà effettuata entro le 17 del giorno precedente il viaggio e il biglietto avrà un costo aggiuntivo di 1 euro. Il vantaggio, oltre alla rapidità, è quello di viaggiare con ogni comfort, su un bus gran turismo dotato di rete wi-fi e prese USB per pc e tablet, potendo così sfruttare il tempo del percorso per lavorare o studiare. Queste le tratte delle sette linee Express:
1) Badia Calavena – Tregnago – Illasi – Verona;
2) San Giovanni Ilarione – Montecchia di Crosara – Monteforte – Soave – Verona;
3) Minerbe – Bonavigo – Roverchiara – Isola Rizza – Oppeano – Verona;
4) Legnago – Cerea – Verona;
5) Garda – Bardolino – Lazise – Pastrengo – Verona;
6) Caprino – Costermano – Affi – Verona;
7) Sega di Cavaion – Domegliara – Sant'Ambrogio – Verona.

 

Verranno collegati a Verona con l'estensione del servizio urbano le località di Lugagnano, San Giovanni Lupatoto, Castel d'Azzano, Grezzana, Arbizzano e Negrar, Caselle di Sommacampagna. Queste le linee precise:
- Linea 32 - Verona/Lugagnano/Mancalacqua/GrandeMela ogni 30' nelle ore di punta;
- Linea 21 - San Giovanni Lupatoto/Pozzo ogni 20' nelle ore di punta ed ogni 40' nel resto della giornata;
- Linea 21 - Arbizzano/S.Maria/Negrar ogni 40' tutto il giorno;
- Linea 510 - Castel d'Azzano, ogni 30' tutto il giorno con prolungamenti a Rizza e San Martino;
- Linea 510 -Grezzana/Stallavena, ogni 30' tutto il giorno;
- Linee 23-24 - Caselle di Sommacampagna, con orario urbano.
La linea urbana 21 viene estesa anche fino a Pedemonte, San Floriano, San Pietro in Cariano (ad orario) e viene intercalata dalla linea 103, realizzando così una frequenza complessiva di 20' nel tratto tra San Pietro in Cariano e Verona, durante tutto l'arco della giornata. Anche la linea urbana 11 viene estesa (ad orario) fino a Bussolengo, via San Vito al Mantico, che viene così collegato a Verona in maniera più diretta.


Per gli altri comuni, il servizio di trasporto pubblico viene significativamente migliorato. A partire da Pescantina, che godrà di un collegamento rapido Pescantina/Bussolengo-Verona via superstrada grazie alla nuova linea 102, che passerà anche dall'Ospedale di Bussolengo e dalla zona dell'Ulss 22. Il servizio offre un numero elevato di corse nelle ore di punta e per tutto l'arco della mattinata con frequenza di 30'. Anche il tratto Verona/Pozzo/Raldon/Campagnola di Zevio viene rafforzato con messa a frequenza delle corse ogni 30' nelle ore del mattino.


Viene invece intensificato il servizio solo nelle ore di punta sulle seguenti direttrici: Verona/SanMartino Buon Albergo/Vago/Caldiero; Verona/Illasi/Tregnago/BadiaCalavena; Verona/SanBonifacio/Lonigo; Verona/Villafontana/Bovolone/Cerea/Legnago; Verona/Zevio/Roncoall'Adige/Albaredo; Verona/Buttapietra; Verona/Pescantina/Domegliara; Verona/Sommacampagna/Villafranca; Garda/Lazise/Peschiera/Castelnuovo.


Anche la rete urbana viene migliorata, per quanto riguarda in particolare i collegamenti con le stazioni, gli ospedali, diversi nuovi quartieri e alcuni parcheggi. In particolare viene rinforzato il servizio delle linee 70-71 verso la Città antica, collegata ogni 10 minuti con il nuovo parcheggio dell'ex Gasometro, in fase di completamento.


Una serie di provvedimenti quindi nella giusta direzione per migliorare la mobilità della nostra provincia e convincere gli automobilisti a lasciare a casa il mezzo privato optando per il servizio pubblico e riducendo così il traffico. Anche se, come sottolinea in una nota Michele Bertucco, capogruppo Pd in Comune di Verona, servono anche altre "soluzioni (come nuove corsie preferenziali e sistemi di precedenza ai bus) che potrebbero davvero marcare la differenza, attuando la rivoluzione più volte annunciata che dovrebbe rendere il trasporto pubblico finalmente concorrenziale".

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 16:54

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.