Idroelettrico a San Giovanni e nuova passerella ciclo-pedonale

By Giugno 18, 2015 1097 No comment
|| || ||

Una piccola centrale idroelettrica verrà realizzata sul fiume Adige, tra San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo, a fianco dello sbarramento della diga ex Sava. Lo ha annunciato il Comune di San Giovanni, riferendo l'autorizzazione a Enel Green Power per la costruzione della nuova opera.

 

La mini centrale sfrutterà il dislivello del fiume, che in questo punto compie un salto di quattro metri e mezzo, producendo forza motrice per una potenza nominale media di impianto pari a 1.980 kW. L'intervento costerà 12 milioni e 843mila euro e prevede, tra le opere di compensazione, anche la costruzione di una passerella ciclopedonale, che collegherà le due sponde del fiume.


«La passerella è un'opera fondamentale per il parco all'Adige, perché garantirà un attraversamento strategico del fiume, valorizzando ulteriormente quest'area di pregio naturalistico e rendendola una delle più ambite attrazioni del cicloturismo provinciale – sottolinea il sindaco Federico Vantini –. Siamo soddisfatti per il progetto e ora stiamo studiando l'aspetto architettonico della passerella, perché vogliamo che diventi un'opera di design, oltre a essere funzionale. La fase di cantiere, seppur lunga, è stata concertata con l'amministrazione comunale per creare il minor disagio possibile».


In accordo con il Comune San Giovanni Lupatoto, infatti, Enel Green Power ha aggiornato i percorsi dei mezzi pesanti e ha ridotto la durata dell'attività di cantierizzazione, che è prevista in circa 21 mesi, con inizio tra fine anno e inizio del prossimo. Inoltre, tra le osservazioni presentate dal Comune e accolte dalla Regione, ci sono l'accesso dei camion solo da via Pontoncello (e non più anche da via Porto, come previsto in origine), che sarà anche rafforzata, le mitigazioni temporanee per isolare dal cantiere la pista ciclo-pedonale esistente e le limitazioni del transito dei mezzi, sia in fasce orarie giornaliere che nei fine settimana.


La passerella sull'Adige, lunga 230 metri, sarà il primo attraversamento ciclo-pedonale sul fiume nel tratto di 17 chilometri che da Zevio va a Porto San Pancrazio. La sua realizzazione migliorerà la fruibilità dei parchi all'Adige e del Pontoncello, già oggi molto frequentati dagli appassionati delle due ruote. Inoltre, si inserirà nella pista ciclabile delle Risorgive, che unisce San Giovanni Lupatoto a Valeggio sul Mincio e che la Regione Veneto, ad aprile, ha deciso di finanziare e realizzare.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2015 14:01

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.