Energia rinnovabile condivisa, in arrivo minieolico e idroelettrico

By Giugno 04, 2015 1565 No comment
|| || ||

Verrà lanciato ufficialmente il 5 giugno, in occasione della giornata mondiale dell'Ambiente, il nuovo modello cooperativo promosso da ForGreen per estendere alle famiglie italiane la possibilità di autoprodursi energia da fonti rinnovabili. La novità per questo nuovo progetto è l'introduzione, oltre a due nuovi parchi fotovolotaici in Puglia, della produzione di energia elettrica da impianti eolici e mini idroelettrici.

Dopo aver aggregato 89 famiglie attorno al progetto EnergyLand e 133 attorno alla Masseria del Sole (WeForGreen), le Fattorie dell'Energia è il nuovo progetto ancor più ambizioso, targato sempre WeForGreen, che vuole coinvolgere circa 600 famiglie italiane grazie alla produzione 100% rinnovabile di almeno 4 impianti.

 

"Abbiamo raggiunto risultati molto incoraggianti grazie alla Masseria del Sole, e molte famiglie sono rimaste alla porta senza poter aderire a WeForGreen perché si erano completate le quote - spiega Gabriele Nicolis, presidente della cooperativa Energia Verde WeForGreen e responsabile dei progetti cooperativi in ForGreen -. Per questo abbiamo progettato un modello più grande, in grado di raccogliere un numero maggiore di soci legati ad un numero superiore di impianti di produzione".

 

I primi due impianti di produzione sono le Fattorie del Sole di Ugento e Racale, due impianti fotovoltaici situati in Puglia anch'essi come la Masseria del Sole (vedi articolo correlato). Questi due parchi saranno in grado di soddisfare i fabbisogni di circa 360 famiglie, e una volta completati si aggiungeranno anche le Fattorie del Vento e dell'Acqua che sfrutteranno impianti eolici e mini idroelettrici.


"Grazie ai modelli cooperativi attuati con Energyland e WeForGreen - aggiunge il presidente della cooperativa - siamo riusciti a creare un modello virtuoso, a cui partecipano allo stesso tempo aziende e privati cittadini: da un lato le aziende come ForGreen mettono il loro know how tecnologico nello sviluppo della cooperativa, o come LifeGate che mettono la loro esperienza nella promozione della sostenibilità, dall'altro i cittadini investono nella cooperativa, diventando produttori e consumatori di energia pulita".

 

"Il nostro obiettivo infatti - sottolinea Nicolis - è quello di promuovere un processo di democratizzazione dell'energia dove i cittadini diventano proprietari e protagonisti della produzione energetica, e condividono questa esperienza con le aziende che credono nell'innovazione energetica".

 

Per maggiori informazioni visita www.weforgreen.it

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 04 Giugno 2015 11:30

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.