Patto dei Sindaci, Verona prima in Veneto. Incontro collettivo venerdì

By Agosto 05, 2014 1977 No comment
|| || ||

Sono 65 i Comuni veronesi attualmente aderenti al "Patto dei sindaci", il principale movimento europeo che coinvolge dal 2008 autorità locali e regionali nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale. Il prossimo 8 agosto si terrà un incontro tra l'assessore all'Ambiente della Provincia di Verona e tutti i 98 sindaci veronesi per fare il punto sull'andamento del progetto.

L'obiettivo di Ivan Castelletti, assessore all'Ambiente della Provincia di Verona, è ottenere l'adesione anche dei 33 Comuni che fino ad oggi non rientrano nell'iniziativa. Verranno inoltre discusse le soluzioni per le eventuali criticità emerse.


Il patto prevede la stesura da parte di ogni ente aderente di un Piano d'Azione per l'energia sostenibile (PAES), che miri a raggiungere gli obiettivi 20-20-20 fissati dall'Europa per il 2020: ridurre le emissioni inquinanti del 20%, aumentare del 20% la percentuale delle fonti rinnovabili, aumentare del 20% il risparmio energetico.


Il PAES, per essere ritenuto valido, deve essere in ultima battuta approvato dall'Unione Europea. La Provincia di Verona è stata riconosciuta dall'Unione Europea Struttura di Supporto ai Comuni veronesi aderenti al Patto e per questo si impegna a promuovere l'adesione al progetto e a ricercare sostegni finanziari. Inoltre, verrà lanciato un programma specifico per aiutare i Comuni nella preparazione del PAES.


"La lotta all'inquinamento e il risparmio energetico richiedono una quantità di risorse che oggi gli enti pubblici fanno fatica ad avere - ha spiegato l'assessore Castelletti -. Infatti, benché un numero sempre crescente di Comuni stia dimostrando la volontà politica di aderire al Patto, non sempre questi dispongono dei mezzi finanziari e tecnici per farlo. Per questo motivo, la Provincia che è coordinatrice del progetto, si sta impegnando molto per assistere le Amministrazioni comunali nel perseguimento di questi ambiziosi obiettivi. L'incontro con i sindaci, è utile per individuare soluzioni per le problematiche relative ai PAES comunali, in relazione ai gruppi di lavoro e ai possibili contributi. Riteniamo inoltre fondamentale lanciare un appello ai Comuni veronesi, in particolare per tutti i Comuni che fino ad oggi non hanno aderito al Patto.


Se si considera che l'80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane si capisce dunque l'importanza del Patto dei Sindaci, che può contribuire anche sulla mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico.

 

"Aderire al Patto significa non solo perseguire una politica di risparmio energetico, che comunque garantisce a tutti i cittadini un ambiente e una qualità della vita più sani. Significa soprattutto creare posti di lavoro stabili e qualificati, accrescere la propria competitività economica e ottenere una maggiore indipendenza energetica", ha concluso Castelletti.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 06 Agosto 2014 16:41

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.