Cooperativa WeForGreen, il fotovoltaico condiviso alla portata di tutti

|| || ||

Dopo il successo dell'iniziativa Energyland, la cooperativa per la produzione e il consumo di energia elettrica grazie ad un parco fotovoltaico fondato a Lugo di Grezzana, l'azienda promotrice ForGreen di Verona continua su questo percorso con l'obiettivo di creare un modello replicabile a sempre più esperienze.

Sono passati tre anni da quando Energyland è stato inaugurato, a maggio 2011 (vedi articolo correlato), ed è forte la voglia da parte del presidente Germano Zanini e del responsabile commerciale Gabriele Nicolis – che abbiamo incontrato in occasione dell'open day del 26 giugno - di continuare a offrire la possibilità a tutti i cittadini di accedere all'elettricità green, prodotta cioè in modo pulito ed ecocompatibile senza ricorrere alle inquinanti centrali a carbone.


"Con la formula della cooperativa ci rivolgiamo in particolare a tutte quelle persone che vorrebbero autoprodurre energia da fonte rinnovabile ma che non possono, perché non ne hanno la possibilità economica o logistica di installare un impianto fotovoltaico (perché vivono in affitto o in condominio o hanno vincoli architettonici)", ci ha spiegato il presidente Zanini.


ForGreen-Gabrele NicolisL'idea che viene promossa è quella di "energia a chilometro-zero", vale a dire una filiera corta che ha l'obiettivo di avvicinare il produttore al consumatore. Un modello, ha aggiunto Gabriele Nicolis, "già molto diffuso in alcuni paesi del Nordeuropa come Germania e Belgio, dove sono migliaia le famiglie che partecipano a cooperative energetiche. In Italia per ora ne esistono solo una decina, tra queste c'è proprio Energyland, che riunisce circa 100 famiglie veronesi".


La nuova cooperativa WeForGreen invece fornirà energia pulita ad oltre 150 famiglie, prodotta dal parco fotovoltaico "La Masseria del Sole", sito nelle vicinanze di Lecce, che sarà acquistata dalla cooperativa. La quantità di energia fornita a ciascuna famiglia sarà proporzionale al numero di quote sottoscritte: per il fabbisogno medio annuo di una famiglia (circa 2700 chilowattora, pari a 540 euro) si stima che siano necessarie 3 quote, per un investimento pari a seimila euro e un rendimento del capitale investito pari al 9,5%.


"Finora sono state vendute circa 30 quote – ha fatto notare Germano Zanini – e il nostro obiettivo è di riuscire a esaurirle tutte entro settembre, in modo da partire subito dopo con l'operatività del progetto. A noi di ForGreen spa spetterà la gestione degli aspetti tecnici, ovvero manutenzione, lavaggio e telecontrollo dell'impianto, oltre che energetico-amministrativi".


La "Masseria del Sole" inoltre possiede una duplice valenza ambientale: oltre a produrre energia pulita con una potenza di 997,92 kWp, avendo già permesso di evitare al 31 dicembre 2013 due milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica e più di 2370 barili di petrolio, rappresenta anche un ottimo esempio di riqualificazione ambientale. L'impianto è realizzato infatti su un'area dismessa, sopra ad una discarica esaurita e bonificata: un progetto co-finanziato dall'Unione Europea che ha reso possibile il recupero di un'area altrimenti inutilizzabile, facendola diventare un sito in cui produrre energia elettrica pulita. Un motivo in più per scegliere di diventare soci di una delle prime cooperative energetiche italiane e contribuire così ad avviare un futuro migliore per il nostro paese dal punto di vista ambientale.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Mercoledì, 02 Luglio 2014 20:39

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.