Presentate a Verona le batterie per il fotovoltaico

|| || ||

Nuovi sistemi di energia autoprodotta, accumulata e autoconsumata. Se n'è parlato durante il convegno "Fotovoltaico in evoluzione" organizzato il 13 maggio scorso nella sede di Villa Quaranta ad Ospedaletto, nella provincia ovest di Verona, riunendo imprenditori, esperti del settore e persone interessate ad approfondire questo tema.

Durante l'incontro si è parlato della possibilità non solo di produrre ma anche di accumulare l'energia elettrica prodotta con il proprio impianto fotovoltaico per l'uso domestico. Una nuova frontiera per il futuro che sarebbe già possibile grazie ai recenti sviluppi tecnologici.


foto 2Gli impianti fotovoltaici infatti riescono a consumare solo in parte l'energia elettrica prodotta, mentre il resto viene immesso in rete, venendo parzialmente meno il vantaggio di questo impianto ad energia pulita. Ma queste nuove tecnologie permettono di accumulare l'eccedenza in una batteria al litio, mettendo così a disposizione l'energia accumulata di giorno per compensare il fabbisogno serale e notturno. Inoltre l'accumulatore interviene automaticamente in caso di black-out, fornendo energia ai più importanti dispositivi di casa.

Va ricordato che l'installazione di impianti fotovoltaici rientra nel meccanismo di incentivazione degli interventi di efficienza energetica, con una conseguente riduzione della spesa energetica. Al dibattito sono intervenute diverse aziende, tra cui Fronius, Alba Leasing ed Energia In.


Ma non solo di tecnologia si è parlato a Villa Quaranta: si è affrontato anche il tema lavoro. Secondo la fonte Infojobs infatti, la richiesta di esperti in gestione dell'energia negli ultimi cinque anni è cresciuta costantemente al ritmo di circa il 10% annuo, con un'ulteriore accelerazione nel primo trimestre del 2014. Grandi opportunità di impiego quindi per tutti i giovani interessati al settore green.


Un incontro a tutto tondo quello organizzato da Fronius Italia, in una cornice splendida e con la partecipazione attiva di molti imprenditori della zona veronese, per ribadire l' impegno concreto di assicurare energia pulita e ridurre la dipendenza dalle fonti di energia convenzionali.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 19 Maggio 2014 19:29

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.