Ridurre le emissioni: Affi punta su energia pulita

|| || ||

Svolta ecologica per il Comune di Affi, che da quest'anno userà esclusivamente energia proveniente da fonti rinnovabili. L'iniziativa è stata presentata questa mattina dal sindaco Roberto Bonometti insieme all'assessore Gianmarco Sacchiero e al fornitore veronese Multiutilty.

Le tonnellate di anidride carbonica risparmiate grazie a questa scelta saranno 439, stimati in base al consumo medio del Comune, pari quasi a 630 chilovattora/anno. A vincere il bando per l'affidamento della fornitura di energia elettrica per l'anno 2014 è stata l'azienda Multiutility S.p.A., parte del Gruppo Dolomiti Energia specializzato nei servizi energetici per aziende e Pubbliche Amministrazioni, che fornisce energia proveniente dalle centrali idroelettriche delle Dolomiti, con un'origine tracciata e garantita dal Gestore del Sistema Elettrico.


P4150248"Prosegue il nostro percorso iniziato a gennaio 2008 con la firma a Bruxelles del Patto dei Sindaci, primi nella provincia veronese insieme ai comuni di Castelnuovo del Garda e di Verona", ha dichiarato il sindaco di Affi (al centro nella foto).


"Aderire al Protocollo di Kyoto è un obbligo verso i nostri figli - ha aggiunto l'assessore all'edilizia privata, grandi opere e fonti rinnovabili Sacchiero (a destra nella foto) -. Il Comune di Affi si è dotato già tre anni fa di un Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, rispettando così l'obiettivo europeo 20-20-20 (ridurre le emissioni di gas serra del 20 %, alzare al 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portare al 20% il risparmio energetico, il tutto entro il 2020, n.d.r.). Ma noi ambiamo a fare molto di più, raggiungendo la soglia del -30/40% ed entrare così a far parte delle Green Cities a livello Europeo", ha evidenziato l'assessore.


Le azioni portate avanti dal Comune di Affi in questa direzione sono infatti molte di più, ha spiegato l'assessore: "L'impianto fotovoltaico in corrispondenza della rotonda per Peschiera, il progetto per la costruzione di un impianto eolico che verrà realizzato a breve, l'installazione di lampadine a LED per l'illuminazione pubblica e la cosiddetta casetta dell'acqua, erogata ai cittadini a 5 centesimi di euro al litro, che permetterà un risparmio notevole di plastica".


L'AD di Multiutility S.p.A., Vincenzo Scotti (a sinistra nella foto), ha aggiunto: "Quando di parla di sostenibilità è necessario muoversi in un percorso graduale e coerente, che qui ad Affi è stato effettivamente portato avanti dal 2008. Non bisogna pensare che solo i grandi numeri possano fare la differenza, serve il contributo di tutti, anche se piccolo".


Oltre all'aspetto ambientale ed economico, l'azienda ha voluto sottolineare l'importanza delle implicazioni sociali di una scelta orientata alle energie rinnovabili: "Per questo stiamo portando avanti qui ad Affi anche il "progetto scuola", una giornata di formazione e sensibilizzazione con i bambini delle scuole elementari e medie dove, attraverso giochi divertenti ed interattivi, si impara il rispetto dell'ambiente ed il risparmio energetico per diventare adulti più consapevoli in futuro". Ed è proprio nelle scuole di Affi che è proseguita la mattinata con la visita del sindaco, dell'assessore e dei rappresentanti di Multiutility.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 15 Aprile 2014 21:02

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.