Il futuro della micro-generazione parte da Verona

|| || ||

La macchina MICROGEN30, presentata in anteprima il 15 luglio dall'azienda veronese ICI Caldaie, segna un importante svolta sulla strada dell'efficienza energetica in ambito residenziale: un progetto di unico nel suo genere che giunge al traguardo dopo sette anni di ricerca.

Terminato il 30 giugno 2016, il progetto di ricerca MICROGEN 30 - vincitore delle selezioni nella categoria efficienza energetica del bando Industria 2015 del Ministero dello Sviluppo Economico - ha portato alla realizzazione di un sistema di micro-cogenerazione di piccola-media taglia (fascia di potenza 10-30 kWe) alimentato a gas naturale e basato su celle a combustibile ad elettrolita polimerico (PEM, Polymer Electrolyte Membrane) per la produzione di energia elettrica e calore ad uso domestico.


In pratica un prototipo non ancora entrato in produzione su larga scala, che introduce il tema della cogenerazione in ambito residenziale e non solo, come accade oggi, per grandi impianti industriali in cui vengono installate macchine di enormi dimensioni.

 

MICROGEN30, come è emerso dalle relazioni dei professori e degli ospiti che si sono alternati durante il convegno di presentazione, e in particolare dall'analisi tracciata dal Politecnico di Milano, potrebbe avere nei prossimi anni una diffusione e un'applicazione nelle palazzine, nelle scuole, negli edifici pubblici e nei prossimi decenni anche nelle case andando probabilmente a sostituire le attuali caldaie a combustione.


Efficienza energetica, risparmio energetico e progresso sostenibile dunque, sono le parole chiave del progetto MICROGEN30 che ha visto coinvolti, come dicevamo, in uno stretto rapporto di collaborazione virtuosa mondo dell'industria e Istituti di ricerca. Sette anni di ricerca tecnologica e sviluppo dei materiali che hanno visto in prima linea ICI Caldaie Spa in collaborazione con numerosi partner, tra cui ENEA, l'Ente per le Nuove Tecnologie l'Energia e l'Ambiente; Politecnico di Milano; Istituto per la tecnologia delle membrane del CNR; S.C.A.M.E. SISTEMI S.r.l.; IRS S.r.l.; Elvi Srl.


"Un successo prima di tutto scientifico",  ha sottolineato Paolo Fornasiero, chimico e docente dell'Università di Trieste, ospite all'incontro in qualità di "officer" e supervisore del MISE, primo italiano della storia ad essere insignito del riconoscimento internazionale Heinz Heinemann Award, ricevuto la settimana scorsa a Pechino davanti a oltre 2700 persone, tra ricercatori e scienziati.


"Una giornata importante per la nostra azienda, per il gruppo di lavoro che ha operato con grande determinazione in questi anni per raggiungere l'obiettivo ma, soprattutto, un giorno importante per la green economy italiana". Così Emanuela Lucchini, presidente dell'azienda ICI Caldaie Spa (nella foto) che, assieme ad Alberto Zerbinato, amministratore delegato dell'azienda scaligera, ha commentato la soddisfazione per la presentazione. "MICROGEN30 è in grado di produrre, mediante un processo di cogenerazione, allo stesso tempo energia elettrica e calore termico. Stiamo immaginando una produzione confrontandoci anche con i nostri fornitori. Intanto, ci manteniamo attivi sul fronte della ricerca per disegnare le future prospettive del dispositivo".

 

"Il funzionamento di MICROGEN30 - spiega Carlo Tregambe, ‎R&D manager di ICI CALDAIE SPA - è regolato dall'ingresso di metano che, passando attraverso i reattori si trasforma in idrogeno, e permette così di aver un minor consumo di energia primaria per poi trasferirsi nelle fuel-cell diventando energia elettrica e rilasciando vapore acqueo e quindi calore termico. Attraverso la cogenerazione, MICROGEN30 garantisce la riduzione delle emissioni e minor dispersione".

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 21 Luglio 2016 12:24

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.