Case di paglia ed edilizia intelligente a Badia C.

|| || ||

Interventi di ristrutturazione rispettosi delle vecchie tecniche di costruzione e dell'ambiente circostante. Utilizzo di materiali naturali come il legno, le canne lacustri e l'argilla. Accorgimenti di edilizia intelligente come isolamenti termici, utilizzo di serre per conservare il calore e concentrazione del riscaldamento solo nei punti critici.

Tutto questo e molto di più è quello che da circa tre anni sta realizzando nel suo casale sopra Badia Calavena, in località SS. Trinità, Riccardo Barba, professionista in soluzioni abitative e design da oltre vent'anni, che condivide questa scelta di vita con la sua compagna Nicoletta e i loro due figli.


"Crediamo nella necessità di recuperare i metodi antichi dei nostri antenati, la semplicità del costruire e la possibilità di riuscire a farsi più cose da soli", ci ha raccontato Riccardo mostrandoci la sua casa. "Questo era un casale abbandonato negli anni '50 che abbiamo acquistato per realizzare la nostra idea di vita. A poco a poco l'abbiamo ristrutturato e migliorato con le nostre mani e l'aiuto di alcuni volontari, senza utilizzare cemento o acciaio ma solo materiali naturali".



Il tetto del casale è stato ripristinato usando solo canne e legno che, se ben lavorati, garantiscono un'ottima impermeabilità, ci ha spiegato Riccardo. Per ricoprire muri interni e pavimenti è stato utilizzato un semplice impasto di argilla che, come si può notare dalle foto, garantisce un'ottima resa anche a livello estetico. Per il riscaldamento viene impiegato un metodo tedesco secondo cui tubi di acqua calda vengono fatti passare solo nei punti più freddi, come le pareti esposte a nord e intorno alle finestre. Un consistente isolamento delle pareti (fatto con la paglia o la lana di pecora) e il posizionamento di due serre alle due estremità dell'edificio fa il resto.

 

 

0204


All'interno della casa, tanti piccoli accorgimenti per minimizzare l'impatto ambientale dell'edificio e riutilizzare materiali: un pavimento in resina trasparente per far passare la luce dal piano superiore – dotato di ampie finestre – a quello inferiore, in modo da consumare meno elettricità; un letto fatto utilizzando vecchi pali della luce o un vecchio cappello che si trasforma in un lampadario; un vecchio soffitto diventa il nuovo pavimento in legno e l'ex conigliera funge da armadio. E poi ci sono le stufe, sia per riscaldare che per cucinare, realizzate artigianalmente sempre in argilla.


"Tutti dovrebbero partecipare a realizzare la propria casa - aggiunge Nicoletta -. Riappropriarsi dei propri spazi e delle proprie cose dando loro uno stile che ci rappresenti. Il fatto è che ormai per molti risulta difficile anche ascoltarsi".
All'esterno, una cisterna raccoglie dal tetto l'acqua piovana che servirà per irrigare gli orti che circondano il casale. Inoltre, grazie ad un sistema di pompe, quando è il momento di pulire l'acqua del laghetto con i pesci, questa sale per irrigare le piante della serra per poi tornare, ripulita dalle piante, ad essere l'habitat degli stessi pesci. Un circolo virtuoso che permette di risparmiare una notevole quantità di acqua.


Dopo aver ristrutturato il suo casale, Riccardo si sta ora specializzando nella costruzione di case di paglia, realizzate con una struttura interamente in legno riempita con paglia e rivestita di argilla. Il risultato è un edificio a cui non manca nulla ma che risulta in piena armonia con la natura.

 

 

0708

1112

 

Un'esperienza da approfondire grazie ai numerosi corsi che Riccardo tiene durante l'anno, o sul nostro sito dove terrà una rubrica periodica sulle varie tecniche di edilizia naturale.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 16 Marzo 2015 20:45

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.