Scopri l'offerta con VeronaGreenCard!   -   Immerso nelle campagne della Bassa Veronese, il bio-agriturismo Rosegoti sorge in una tipica cascina del territorio.

CA' DEGLI OPPI: via Pozze 63

Con la fine dell'anno che si avvicina è tempo di bilanci anche per il comparto del biologico. Per aiutare a capire meglio l'influenza del biologico nel nostro territorio, AgriLegal propone un'indagine anonima, rivolta a tutti, per scoprire i trend di Verona e provincia nel consumo di prodotti biologici.

Secondo la leader del movimento contro gli organismi geneticamente modificati l'agricoltura transgenica ha costi molto superiori rispetto a quella tradizionale. Senza contare il grave rischio di contaminazione.

Per alcune coltivazioni (frutta, leguminose, semi proteici) l'agricoltura biologica produce già almeno quanto quella convenzionale. Lo conferma uno studio di due università americane. Quindi il biologico potrebbe nutrire il mondo, con un adeguato sostegno pubblico alla ricerca.

I campi italiani coltivati a biologico, il 9% del totale, rappresentano un serbatoio di diversità genetica: rispetto ai terreni in cui regnano i fitofarmaci, ci sono 7 volte più insetti impollinatori (api, bombi), 5 volte più farfalle, 7 volte più merli, cianciallegre, scriccioli. Anche le orchidee, i ranuncoli, i fiordalisi crescono in quantità 3-4 volte maggiori. I dati sono contenuti in una recente ricerca condotta dall'Aiab (Associazione italiana per l'agricoltura biologica) e integrata con i dati forniti dall'Ispra, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Pagina 1 di 2

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.