Oltre 130mila visitatori e più di mille aziende espositrici hanno partecipato alla scorsa edizione di Fieragricola, che si è tenuta a Verona dal 3 al 6 febbraio 2016. Pochi però gli spazi dedicati al comparto dell'agricoltura biologica e biodinamica.

Uno scrigno di biodiversità ai piedi del castello di Montorio: non un semplice vigneto ma un luogo dove sperimentare e recuperare tradizioni antiche e pratiche rispettose della natura. L'ha fondato nel 2001 Laura Tinazzi, perito agrario che, ormai un anno fa, ha ricevuto a Roma il premio "De@Terra-Donne rurali e innovazione".

Un'iniziativa di formazione­ e contro-­informazione sul tema "Semi, Diritti e Giustizia" si terrà sabato 14 marzo dalle 9 alle 18, promossa da varie associazioni del territorio veronese e rivolta a tutti i cittadini, con ospiti importanti come Riccardo Petrella e Massimo Angelini.

Il gruppo di acquisto solidale di Sommacampagna SommaGas e Aveprobi, Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Biodinamici, organizzano sabato 28 febbraio dalle ore 9.30 a Custoza un incontro dal titolo "Verso un'agricoltura ecocompatibile, aggiornamenti tecnici in viticoltura e frutticoltura".

"Migliorare la fertilità del suolo per una produzione di alta qualità". È stato questo il tema del primo incontro organizzato dall'associazione Terra Viva e dal Comune di Cavaion V.se sulla viticoltura biologica, che si è tenuto lunedì scorso dalle ore 20, presso la Sala Civica Eugenio Turri a Cavaion.

Pagina 1 di 3

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.