In Italia, nonostante la coltivazione sia vietata, si mangia inconsapevolmente Ogm attraverso i prodotti animali, che vengono alimentati con mangimi importati. Il 28 febbraio scorso una nuova protesta davanti allo stabilimento della Veronesi Spa a Quinto di Valpantena.

Secondo la leader del movimento contro gli organismi geneticamente modificati l'agricoltura transgenica ha costi molto superiori rispetto a quella tradizionale. Senza contare il grave rischio di contaminazione.

La strage è stata causata dalla semina di nuovo mais OGM, trattato con pesticidi neonicotinoidi, che danneggiano il sistema immunitario delle api. Un apicoltore ha denunciato di aver perso 600 alveari pochi giorni dopo la nuova semina. 

Con il decreto del 24 giugno scorso, l'Italia ha vietato ufficialmente di seminare e coltivare Ogm in campo: un piccolo passo avanti contro le coltivazioni transgeniche che, secondo Legambiente, sono pericolose per le sementi biologiche e convenzionali e in generale per l'ambiente. Perché il rischio di contaminazione via impollinazione è stato accertato in moltissimi casi. Inoltre uno studio francese ha recentemente riconfermato il possibile legame tra mais Ogm, esposizione agli erbicidi e rischio di cancro.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.