Venerdì 31 ottobre, Assemblea pubblica sulla Tav a Sona

By Ottobre 30, 2014 5323 No comment
|| || ||

Continuano gli incontri per cercare di capire meglio e informare sull'impatto che avrà la nuova linea ferroviaria ad Alta Velocità nei territori di Sona, Sommacampagna, Castelnuovo e Peschiera. Il prossimo è organizzato dal M5S e si terrà venerdì 31 ottobre alle 20.45 nella Sala Consiliare di Sona, piazza Roma 1.

Molte le domande a cui si cercherà di dare risposta: innanzitutto se questa nuova infrastuttura contribuirà davvero allo sviluppo del territorio, dato che l'impatto per i residenti sarà enorme, con cantieri aperti per almeno 7-10 anni.

 

Anche il costo della grande opera, circa 30 milioni di euro al chilometro, porta a domandarsi se i benefici valgono l'investimento, o se questi fondi non sarebbe più opportuno spenderli per interventi e riforme di altro tipo. "A chi serve davvero la Tav", si chiedono con sospetto i Comitati che si oppongonon all'opera.

 

Tra le principali preoccupazioni anche l'impatto ambientale dei cantieri, con l'apertura di numerose cave per l'estrazione di sabbia e ghiaia, e le possibili ripercussioni sulla salute, dovute anche all'aumento di camion in transito (oltre 180 al giorno) giorno e notte nei territori coinvolti.

 

 

Tra i protagonisti del dibattitto i deputati Francesca Businarolo e Mattia Fantinati, la presidente del Comitato No Tav Sona Laura Zambaldi ed Erasmo Venosi, fisico e tecnico esterno del comune di Peschiera, che porterà il suo parere di esperto.

 

 

In allegato la locandina dell'evento.

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 03 Novembre 2014 11:38

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.