Settimana mobilità EU: convegno in Università

By Settembre 16, 2013 10360 No comment
|| || ||

Giovedì 19 settembre dalle 17.30 alle 19, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, il Polo Zanotto dell'Università di Verona ospiterà il convegno, organizzato in collaborazione con gli Amici della Bicicletta-FIAB, "Nuove strade o meno auto?", sui vantaggi che la riduzione del traffico auto porterebbe alla vivibilità in città.

Sia che si parli di centro storico, periferie e macro aree metropolitane, le nostre città - Verona compresa - sono ormai sature e congestionate; la mobilità in auto è rallentata e la costruzione di nuove strade o parcheggi non fa che accentuare questa problematica anziché disincentivare l'utilizzo dell'automobile.


Come uscire da questa spirale negativa? Il convegno dell'Università cerca di dare una risposta a questa domanda, promuovendo l'utilizzo della bici, dei mezzi pubblici o la mobilità a piedi.


Insieme all'Ing. Marco Passigato, responsabile Area Tecnica di FIAB nazionale e Mobility Manager dell'Università di Verona, che modererà l'incontro, interverranno Corrado Poli, professore universitario ed editorialista del Corriere del Veneto, e il sindaco di Rovereto Andrea Miorandi che si sta battendo in prima linea per la riduzione del traffico.


Corrado Poli, che presso la Libera Università Iulm di Milano è incaricato di progettare un Master internazionale sulle Politiche Urbane, approfondirà i diversi ruoli della cultura umanistica e di quella ingegneristica nella necessaria rivoluzione delle nostre politiche del traffico ne lsuo intervento dal titolo "Mobilità e ambiente: il ruolo di politici, esperti e tecnici".


Andrea Miorandi illustrerà invece il caso concreto del Comune di Rovereto con gli esiti di un processo di pianificazione avviato con il PUM (Piano della Mobilità) e accompagnato dalla VAS (Valutazione Ambientale Strategica). Rovereto ha infatti deciso di adottare una soluzione alternativa di riduzione del traffico al posto di un nuovo ampliamento dell'offerta stradale (progettando in base allo spazio disponibile e non in relazione alla domanda). Un intervento lungimirante a cui molte città dovrebbero ispirarsi.


I temi del convegno verranno poi ripresi nel corso di perfezionamento promosso dal Corso di Laurea in Scienze Motorie dell'Ateneo di Verona per la nuova figura professionale di "Promotore della mobilità ciclistica" che si terrà nella primavera 2014.


Fantascienza? Ci auguriamo di no. Il convegno del 19 settembre sarà un'occasione per saperne di più.


Il sito www.sostenibilmente.it è a cura dell'Ing. Passigato, Mobility Manager dell'Università di Verona.

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Venerdì, 20 Settembre 2013 15:23

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.