Stampa questa pagina

24 marzo, Inaugurazione della prima yurta della “Bassa”

By Marzo 19, 2018 8321 No comment

La nuova tenda di origini mongole (letteralmente “yurta” significa casa ricoperta di feltro), solida e accogliente, si inserisce in un progetto più ampio che porterà alla realizzazione di un ciclorifugio, proprio a due passi dalla Ciclovia Adige Sud. Sabato verrà inaugurata dall'associazione Radici in Movimento.

Dalle sconfinate steppe mongole alla bassa veronese, il prossimo sabato 24 marzo dalle 15.00 alle 18.30 verrà ufficialmente inaugurata dai volontari di Radici in Movimento, in collaborazione con HappyWays, vi a Roverchiaretta, in via Anesi 27, presso il bosco di Albarella.


Una natura che si sta risvegliando e una tenda culturalmente vicina a un popolo nomade, che lega la sua storia al rispetto degli spazi che lo accolgono: “La nostra yurta si inserisce in un progetto più ampio che porterà alla realizzazione di un ciclorifugio, proprio a due passi dalla Ciclovia Adige Sud. Quest’arteria turistica verrà completata prossimamente anche nel suo tratto polesano, consentendo di unire Verona al Mare Adriatico”.

Andrea Lista, presidente dell’associazione, crede fortemente nella necessità di mettere in rete realtà che possano far crescere in chiave eco-sostenibile il territorio della bassa Veronese. “Sabato vi racconteremo degli eventi e delle iniziative in programma e di quanto spazio ci sia ancora all’interno di questa bella famiglia per proposte e collaborazioni”, commenta.

CONTATTI: Andrea Lista 348 9951354
Evento fb: https://www.facebook.com/events/411625019259110

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 27 Marzo 2018 14:29
la Redazione