22 marzo, La Decrescita Felice a Costermano con Pallante

"Cos’è e cosa propone per superare la crisi di civiltà che stiamo vivendo". E' questo il titolo dell’incontro, organizzato con Maurizio Pallante, fondatore del Movimento della Decrescita Felice, dall’Associazione di promozione sociale G.A.S. del Garda per giovedì 22 marzo a Costermano, in provincia di Verona.

 Non tutti in effetti conoscono il significato di “decrescita”. Preferire la qualità alla quantità, cercare di conseguire il benessere anziché la ricchezza economica, migliorare la produzione dei beni e ridurre quella delle merci superflue, rinunciare a un’economia finalizzata alla crescita a ogni costo in favore di alternative concrete ed efficaci basate su nuovi paradigmi, come la sostenibilità e la solidarietà.

Sono questi i fondamenti che stanno alla base della Decrescita Felice e che verranno ripercorsi insieme al fondatore nel 2007 di questo Movimento Maurizio Pallante (ed ex presidente) nell'incontro che si terrà giovedì 22 marzo dalle 20.30, presso la Sala Civica del Comune di Costermano sul Garda (Piazza del Donatore, 1).

“Prima di tutto è necessario abbandonare la convinzione che il benessere delle persone aumenti di pari passo con il Prodotto Interno Lordo del paese, quindi con una crescita sempre maggiore di produzione e consumo di merci - sostiene Pallante. Tale crescita compulsiva è possibile solo grazie al meccanismo del debito che consente di tenere alta la domanda e di assorbire tutta quanta l’offerta. Tutto ciò a discapito delle tasche dei cittadini, a cui viene data la possibilità di comprare prodotti di cui spesso non hanno necessità, nonostante il loro reale potere d’acquisto non glielo permetta”.

Ma quella economica è solo una delle tante facce del modello consumista. Ci sono altre fondamentali variabili che vengono regolarmente trascurate, come la sostenibilità ambientale, i consumi energetici, le ineguaglianze sociali che vengono prodotte, le ricadute sulla salute. È per questo che il Movimento per la Decrescita Felice ha elaborato un insieme di linee guida attinenti a vari ambiti ambiti – amministrazione, mobilità, sanità, energia, gestione dei rifiuti, educazione, agricoltura – che considerino un nuovo modello di comunità più sano e sostenibile.

Pallante sostiene che il destino del modello di vita attuale, che pretende di perseguire la crescita infinita su un pianeta con delle risorse finite, è segnato e spiega in questo modo la differenza fra recessione e decrescita: “La prima è la modifica forzata di uno stile di vita dovuta all’improvviso esaurimento delle risorse necessarie per alimentarlo mentre la seconda è la decisione consapevole di chi, rendendosi conto di aver imboccato un vicolo cieco, ha il coraggio e la consapevolezza sufficienti per tornare indietro e scegliere una strada diversa, sostenibile, giusta.”

“Abbiamo organizzato questo incontro perchè la teoria della decrescita felice è in sintonia con il sentimento che anima i nostri soci: autoproduzione, riciclaggio, riuso, sono pratiche che hanno come minimo comune denominatore il renderci il più possibile autosufficienti a scapito di un consumismo esasperato e esasperante”, sostiene la presidente del Gas del Garda, Silvia Montedoro.

L’incontro è aperto a tutti.

 

Il GAS del Garda (www.gasdelgarda.it) nasce nel settembre 2007 da un piccolo gruppo di famiglie della sponda veronese del Lago di Garda, che hanno pensato di riunirsi per acquistare insieme beni di largo consumo biologici e/o a km.0, uscendo dai canali commerciali tradizionali. Nel 2015 il gruppo si è dato una forma giuridica costituendosi in Associazione di Promozione. Aderisce alle motivazioni e linee guida della Rete nazionale di collegamento dei GAS e partecipa al coordinamento dei GAS della provincia di Verona (InterGAS). Ad oggi, il GAS del Garda conta 60 famiglie iscritte.


Maurizio Pallante, laureato in lettere, saggista
, fondatore dell’Associazione Movimento per la Decrescita Felice da molti anni si occupa di politica energetica e tecnologie ambientali ed ha svolto lavori di consulenza per il Ministero dell’Ambiente riguardo all’efficienza energetica. È autore di molti saggi e scrive per diverse testate, tra cui Carta, il supplemento settimanale de La Stampa, Tuttoscienze, il Manifesto, Il Ponte, Rinascita. Collabora con Caterpillar per la festa della Decrescita felice, di cui è il principale ispiratore. È membro del comitato scientifico della campagna sul risparmio energetico “M’illumino di meno” e della testata online di informazione ecologica “Terranauta”.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Martedì, 27 Marzo 2018 14:29

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Segnalazioni

Hai un evento, una buona pratica o una situazione critica da segnalare?

Scrivici a redazione@veronagreen.it

Ti ricontatteremo al più presto per pubblicare un articolo.