Venerdì, 30 Giugno 2017 13:59

Premio Comuni Ricicloni 2017, Veneto primo col 29.2%

Scritto da 

Sono 26, uno in più dello scorso anno ma con alcune significative uscite, i comuni della provincia di Verona inseriti nella classifica Rifiuti Free 2017 di Legambiente sulle più alte performance di gestione della raccolta differenziata. Vincitori assoluti sono risultati però due comuni trevigiani e come capoluogo Belluno.

Il rapporto 2017 conferma le annose differenze tra i sistemi di gestione dei rifiuti urbani nel Nord e Centro-Sud Italia: quest’anno l’82% dei Comuni Rifiuti Free sono nel settentrione, i restanti li troviamo per il 10% al Sud e circa per l’8% al Centro.


ll Veneto mantiene la percentuale più alta di “Comuni virtuosi”, con il 29,2% sul totale, seguito da Friuli Venezia Giulia (27,8%) e Trentino Alto Adige (18,7%). Vincitori assoluti sono risultati i comuni di Riese Pio (con più di 10.000 abitanti) e Castelcucco (con meno di 10.000 abitanti), entrambi in provincia di Treviso, e come capoluogo veneto Belluno. Ai tre capoluoghi “liberi dai rifiuti” dello scorso anno (Pordenone, Treviso e Belluno) si aggiunge il Comune di Trento (con 130mila abitanti).


Sull’economia circolare anche le grandi città possono fare la differenza – ha dichiarato la Presidente di Legambiente Rossella Muroni -. Ce lo dimostra la città di Milano, prima metropoli italiana ad aver superato la soglia del 50% di raccolta differenziata, che ha domiciliarizzato il sistema della raccolta differenziata anche della frazione organica e che, con un milione e trecentomila abitanti serviti dal porta a porta, risulta prima a livello internazionale. A Roma invece la gestione dei rifiuti rimane un problema gravissimo che può essere risolto con poche azioni concrete”.


Comuni Ricicloni 2017 premia il contenimento della produzione di rifiuti selezionando solo i comuni che producono meno di 75 kg di rifiuto secco indifferenziato per abitante all’anno. I risultati di quest’anno sono per certi versi confortanti, dato che i cittadini Rifiuti Free risultano in aumento, passando da quasi 3milioni a 3milioni e 276mila: ciò dimostra che è aumentata la taglia dei municipi impegnati sul fronte della riduzione del secco indifferenziato.


Aumentano nel complesso i comuni di una certa dimensione che contengono la produzione di rifiuto indifferenziato: tra questi compaiono anche dieci comuni di medie dimensioni del Veneto.

 

I COMUNI VERONESI

Per la provincia di Verona, il comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella ha superato quest’anno Isola della Scala come migliore prestazione per i comuni sopra i 10.000 abitanti: Sant’Ambrogio ha registrato infatti l’85.4% di RD (raccolta differenziata, rispetto al 79,7% del 2016) e un rifiuto residuo secco pari a 50,3 chili procapite (contro i 73,2 del 2016).


Al contrario Isola della Scala ha registrato un netto peggioramento rispetto al 2016: la produzione residua di rifiuto secco pro/capite annuo è stata nel 2017 di 61.4 (contro i 45,8 kg del 2016) e una RD (raccolta differenziata) pari all’83.2% (contro l'86,6% del 2016).


New entry nella classifica Legambiente è invece il comune di Vigasio, che rientra per pochissimo nei comuni sotto i 10.000 abitanti e che presenta già ottimi risultati: 83,3% di RD e 57,9 chili di rifiuto secco residuo pro capite. Anche i comuni di Marano di Valpolicella e Roncà appaiono quest’anno nella classifica Rifiuti Free.


Tra i comuni sopra i 10.000 abitanti rientrano quest’anno anche Sona e Pescantina, con una RD pari rispettivamente all’81,3% e all’81,1% e un rifiuto residuo di 64,9 e 67,8 chili pro capite.


Escono invece dalla classifica i comuni di Belfiore, Gazzo Veronese e Badia Calavena.


(LA CLASSIFICA COMPLETA DELLA PROVINCIA DI VERONA IN FONDO ALL'ARTICOLO.
Per maggiori informazioni sui risultati 2017 è possibile scaricare il dossier completo o fare una ricerca mirata dal sito www.ricicloni.it. Per un confronto con i risultati 2016 vedi il nostro articolo dello scorso anno:
Comuni Ricicloni 2016, bene la provincia di Verona
).

 

Il sistema di gestione dei rifiuti consortile consolida la propria validità garantendo servizi omogenei su tutto il territorio servito. I numeri confermano che uniti è meglio: l’83% dei Comuni a bassa produzione di rifiuto indifferenziato, infatti, fa parte di un consorzio o di una comunità montana.


A caratterizzare i vincitori di Comuni Ricicloni 2017 oltre all’appartenenza a un Consorzio, anche l’introduzione di un sistema di tariffazione basato sulla quantità di rifiuto prodotto: sono infatti ben 247 i comuni che hanno optato per la tariffa puntuale e 95 per quella normalizzata, a testimoniare che le politiche di riduzione ottengono migliori risultati quando associate a sistemi incentivanti.

 

____________________________________________________________________________________________

 

CLASSIFICA PROVINCIA DI VERONA EDIZIONE 2017

classifica ricicloni 1
classifica ricicloni 2

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Azienda

Eventi

Rubrica: Medicina naturale

Video

  • Il video ufficiale del Verona Green Festival 2015!