Giovedì, 11 Maggio 2017 15:43

Tempo di allergie: perchè non provare un rimedio naturale?

La primavera è ormai arrivata e con lei le fastidiose allergie stagionali. Recenti studi stimano che in Italia quasi una persona su quattro soffra di rino-congiuntivite allergica. Ecco alcuni semplici suggerimenti per prevenire o ridurre i sintomi dell’allergia in modo naturale.

a cura di  Dott.ssa Anna Artuso, Medico Chirurgo Specialista in Ematologia e Omeopatia
(vedi http://bit.ly/2v0oU9x)

 

Questo disturbo si presenta per lo più nei mesi primaverili, tuttavia i pollini sono ormai presenti nell’aria anche in periodi “insoliti” a causa di fioriture precoci dovute all’aumento delle temperature medie stagionali (1). Il risultato è che sempre più persone e per periodi più prolungati si trovano a dover convivere con i seguenti disturbi:

- La rinite allergica che causa naso che cola, starnuti, prurito a naso e gola
- La congiuntivite allergica che coinvolge di più gli occhi con bruciore, lacrimazione e fastidio alla luce.


Le terapie normalmente utilizzate sono gli antistaminici, il cortisone, i decongestionanti e l’immunoterapia specifica (un vaccino che ha lo scopo di desensibilizzare la persona verso un determinato allergene). Se li hai assunti in passato potresti purtroppo conoscere i fastidiosi effetti collaterali secondari a questi farmaci, primo tra tutti la sonnolenza e la difficoltà di attenzione dovuta agli antistaminici (1).


Come fare allora per prevenire o ridurre i sintomi dell’allergia in modo naturale? Ecco alcuni semplici suggerimenti per affrontarla.


1. FAI ATTENZIONE ALLA TUA ALIMENTAZIONE
Quello che mangi può avere conseguenze sulla tua allergia. L’intestino infatti ha un ruolo fondamentale nell’equilibrio del tuo sistema immunitario. Queste piccole attenzioni potrebbero fare una grande differenza per la tua salute, non solo per le allergie:
- Mangia prodotti in base alla stagione in cui ti trovi
- Prediligi alimenti freschi e preferibilmente biologici
- Riduci l’assunzione di cereali raffinati e preferisci pasta e pane integrali
- Varia spesso la tua alimentazione
- Caffè: massimo uno al giorno!
Anche i microorganismi che abitano il tuo intestino sono importanti per il mantenimento di una corretta funzione. In caso di stress, diarrea, cure antibiotiche, micosi e contraccezione orale può esserti utile assumere un integratore a base di fermenti lattici per favorire il ripristino e il mantenimento della microflora intestinale.


2. AIUTATI CON PRODOTTI FITOTERAPICI
Dalla natura possiamo ricevere un aiuto. Alcune piante contengono principi attivi che sono utili nel ridurre la suscettibilità del nostro organismo agli allergeni. Quelli che più spesso consiglio in caso di allergia sono:
- Il RIBES NERO. Azione: coadiuva l’azione antiallergica e antistaminica in quanto ha un effetto simile a quello del cortisone (2).
Modalità di assunzione: Può essere assunto come tisana (2-4 g in una tazza da the per 3 volte al giorno, non la sera) o come estratto secco o idroalcolico (per la corretta posologia è importante chiedere al proprio medico o farmacista in quanto le concentrazioni possono variare nei diversi prodotti).
Avvertenze e controindicazioni: avendo un’azione simile al cortisone questo rimedio va assunto preferibilmente la mattina evitando le ore serali e per un periodo massimo di 4 settimane; è controindicato in chi ha problemi di pressione alta e nei bambini a meno che non venga somministrato dopo prescrizione medica (3).

- Il ROSMARINO. Azione: Il rosmarino, oltre ad essere un’ottima spezia da usare in cucina, ha un’azione che stimola gi organi drenanti (fegato e reni) riducendo lo stato di intossicazione dell’organismo, spesso coinvolto nella patogenesi delle allergie (2) .
Modalità di assunzione: Usarlo è semplice, basta mettere un rametto (peso circa 6 g) in mezzo litro d’acqua e far bollire per almeno 5 minuti. La tisana così ottenuta può essere bevuta calda o fredda nell’arco della giornata, magari dolcificata con un po’ di miele. Se invece vince la pigrizia, in farmacia si trovano facilmente estratti concentrati della pianta. In questo caso ne vanno assunte alcune gocce in un bicchiere d’acqua da sorseggiare lontano dai pasti (per la corretta posologia è importante chiedere al proprio medico o farmacista in quanto le concentrazioni possono variare nei diversi prodotti) (4) .
Controindicazioni: se assunto come fitoterapico è controindicato in allattamento e gravidanza.


3. PROVA UNA TERAPIA NATURALE COME L’OMEOPATIA
L’attenzione nell’alimentazione e i fitoterapici potrebbero non bastare. In questo caso l’Omeopatia può esserti d’aiuto. Da tempo infatti è utilizzata nel trattamento delle allergie stagionali (5) . Questi sono alcuni dei rimedi omeopatici che più spesso prescrivo per questo disturbo: Allium Cepa, Sabadilla, Nux Vomica, Euphrasia, Sanguinaria Canadensis.
Quali possono essere i vantaggi dell’omeopatia nel trattamento delle allergie?
- La cura omeopatica viene scelta in base ai tuoi sintomi e alle tue caratteristiche offrendoti così una terapia personalizzata (6) e priva di effetti collaterali
- Il rimedio omeopatico agisce stimolando il tuo organismo a ritrovare l’equilibrio e, come conseguenza, cura anche i sintomi dell’allergia (6)
- L’omeopatia usa dosi infinitesimali (6), per tale motivo è sicura se sei in gravidanza, in corso di allattamento e per il tuo bambino


La visita da parte di un Medico esperto in Omeopatia ha quindi lo scopo di raccogliere tutti i tuoi sintomi per scegliere il rimedio più adatto a te. Durante la visita omeopatica, inoltre, vengono valutati i fattori che possono influire sul tuo stato allergico (alimentazione, fumo, abitudini sedentarie), viene effettuata una visita medica completa e si valuta la tua eventuale documentazione clinica.


Questa primavera scegli di curarti in modo naturale. L’allergia è un segnale che la tua risposta immunitaria è alterata. Una corretta alimentazione e l’utilizzo di rimedi naturali, in particolare l’Omeopatia, non elimina semplicemente i sintomi ma agisce più profondamente aiutando il tuo organismo a ritrovare l’equilibrio e “spegnere” questa reazione inappropriata. Anche questo è “vivere green”.

 

 

Bibliografia:
(1) Progetto “ARIA” Italia, Gestione della rinite allergica e del suo impatto sull’asma Allergic Rhinitis and its Impact on Asthma (ARIA): Achievements in 10 years and future needs. J Bousquet et al, J Allergy Clin Immunol Nov 2012; 130, 5, 1049-1062.
(2) Compendio di gemmo terapia clinica. Fernando Piterà, Ed. De Ferrari.
(3) European Medicines Agency, Evaluation of Medicines for Human Use, Committee on Herbal Medicinal Products, Community Herbal Monograph on Ribes Nigrum L., Folium, EMA/HMPC/142986/2009.
(4) European Medicines Agency, Evaluation of Medicines for Human Use, Committee on Herbal Medicinal Products, Community Herbal Monograph on Rosmarinus Officinalis L., Folium, EMEA/HMPC/13633/2009.
(5) Dizionario di Farmacologia Omeopatica Clinica. John Henry Clarke, Ed. Ipsa.
(6) Gestione del Simillimum Omeopatico. Luc De Schepper, Ed. Salus Infirmorum

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.